Home / COMUNI / BONIFATI / Droga, armi e munizioni: 2 arresti a Scalea e Bonifati

Droga, armi e munizioni: 2 arresti a Scalea e Bonifati


Controlli dei carabinieri di Scalea e dell’unità cinofila di Vibo Valentia. In due circostanze il cane Enno ha guidato le forze dell’ordine a quantitativi di droga.

SCALEA – Un 43enne pregiudicato di Scalea e un incensurato 33enne di Bonifati sono stati arrestati ieri nell’ambito dei controlli antidroga svolti dalla compagnia di Scalea e dalle unità cinofile di Vibo Valentia.

Nel primo caso, i militari hanno sequestrato anche alcune quantità di cocaina e proiettili, rinvenute nell’abitazione del pregiudicato scaleoto. 12 grammi di coca sono stati rinvenuti nel cassetto di una scrivania.

A indicarli ai carabinieri il cane Enno, un cucciolo di pastore tedesco. Trovati anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e denaro contante, in banconote di piccolo taglio, per 3 mila 355 euro.

I carabinieri ritengono l’ammontare quale provento dell’attività delittuosa. Proseguendo la perquisizione nelle altre stanze sono stati ritrovati 15 colpi di arma da fuoco, calibro 9 corto illegalmente detenuti.

scalea bonifati droga munizioni cane enno

A Bonifati, invece, i carabinieri della stazione di Cittadella del Capo e dell’unità cinofila di Vibo Valentia, ancora una volta guidati dal cane Enno hanno trovato e sequestrato 36 grammi di cocaina, 26 grammi di marijuana, 1 grammo di eroina, due bilancini di precisione e la somma contante di 380 euro in banconote da piccolo taglio.

Inoltre, occultato in una intercapedine della struttura in legno esterna, è stato ritrovato un fucile carabina illegalmente detenuto.

“Le analisi condotte con celerità dal laboratorio Analisi sostanze stupefacenti dell’Arma – informa una nota – hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata al pregiudicato di Scalea, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, avrebbero potuto essere ricavate circa 70 dosi da destinare alla vendita al dettaglio, mentre da quella sequestrata al giovane di Bonifati si sarebbero potute ricavare oltre 300 dosi.

Informata la Procura della Repubblica di Paola, i due prevenuti sono stati dichiarati in stato di arresto. Nel corso dell’udienza per rito direttissimo presso il tribunale di Paola, svoltasi questa mattina, gli arresti sono stati convalidati e sono stati disposti gli arresti domiciliari per l’uomo pregiudicato di Scalea, mentre al giovane di Cittadella del Capo è stato comminato l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

“Tra Terra e Mare”: sul tavolo i temi ambientali

A Scalea convegno il 21 novembre: dall’educazione nelle scuole ai cambiamenti climatici fino alla sicurezza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright