Home / IN PRIMO PIANO / Richiesta danni Jova Beach Party: De Lorenzo: “Punto di non ritorno”

Richiesta danni Jova Beach Party: De Lorenzo: “Punto di non ritorno”


L’assessore dissenziente commenta scelta di sindaco e Giunta. Promozione ed economia locale polverizzate da mossa scellerata, ha detto.

PRAIA A MARE – “Questo è un punto di non ritorno per Praia a Mare. Altro che il punto di partenza decantato in estate dal sindaco Antonio Praticò”.

Sul risarcimento danni chiesto alla società organizzatrice del Jova Beach Party la pensa così Antonino De Lorenzo. È chiaro, in merito, l’assessore al Turismo di Praia a Mare in attesa di dimissioni o di revoca delle deleghe da parte del sindaco con il quale è da alcune settimane al “muro contro muro”.

Poi, via a una elencazione di quesiti retorici. “Mi domando – dice De Lorenzo –: è questo il giusto modo di partire per raggiungere obiettivi sempre più elevati e di qualità? È questo il vero ringraziamento rivolto a chi ha organizzato il più grande evento della nostra storia? È questo il sistema giusto per costruire dei sani rapporti di collaborazione per la realizzazione dei grandi eventi? È la giusta ricompensa per chi ha fatto una pubblicità senza eguali e senza far sborsare un centesimo all’ente”?

Le risposte, ovviamente, sono scontate, contenute nella dichiarazione iniziale dell’amministratore praiese e che conducono a un punto di non ritorno.

“Di concerti importanti, di un’economia che poteva trovare linfa vitale in queste progettualità, di qualcosa di meraviglioso che ha unito intere generazioni in una serata magica. Tutto questo è stato polverizzato sempre dal solito puntiglio”, afferma De Lorenzo.

jovanotti jova beach party isola dino praia
il colpo d’occhio del pubblico al Jova Beach Party Praia a Mare (foto: Michele Lugaresi)

E poi precisa: “Non sono un legale, un geometra o un ingegnere e quindi non pretendo di entrare nel merito tecnico della questione.

Sono però colui il quale, nella sua esperienza politica, ha cercato di dare a Praia a Mare la visibilità che merita, attraverso eventi e manifestazioni seguite in tutto il mondo, mettendoci impegno, amore e passione.

Che con umiltà e spirito di iniziativa ha costruito le relazioni e i rapporti che hanno dato i risultati che sono sotto gli occhi di tutti.

Hanno trovato il modo per distruggere tutto questo, per ostacolare la spinta verso un futuro migliore per tutti noi, mantenendo posizioni arcaiche degne di un film sbiadito e in bianco e nero”.

Lo stesso De Lorenzo ha inoltre ricordato come all’indomani del Jova Beach Party a Praia a Mare, il sindaco Antonio Praticò aveva pubblicamente espresso apprezzamento per l’evento stesso.

Sulla pagina Facebook del Comune di Praia a Mare aveva parlato di “grande risultato ottenuto e io e la mia intera squadra siamo orgogliosi. Ma, come sempre, questo evento per noi rappresenta non il punto di arrivo, ma un nuovo punto di partenza per raggiungere obiettivi sempre più elevati e di qualità”

Poi, come è noto, la richiesta di risarcimento per danni provocati al manto stradale superficiale di un’area adibita a parcheggio nei pressi dell’area concerto.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright