Home / CRONACA / Plinius II, Alessandro Stummo e Gian Claudio Lombardo finiscono in carcere

Plinius II, Alessandro Stummo e Gian Claudio Lombardo finiscono in carcere


Ricorsi rigettati in Cassazione e ordine di carcerazione per i due di Scalea coinvolti nell’operazione del 2012 sul malaffare della cosca Valente-Stummo.

SCALEA – Alessandro Stummo e Gian Claudio Lombardo sono finiti in carcere dove sconteranno le pene inflitte loro nell’ambito del procedimento giudiziario conseguente all’operazione Plinius II.

Ai due, i carabinieri della compagnia di Scalea hanno notificato ieri gli ordini di carcerazione emessi dalla Corte di Appello di Catanzaro.

Nel particolare, Alessandro Stummo, dovrà espiare la pena di 2 anni, 7 mesi e 16 giorni di reclusione nel carcere di Paola, mentre Gian Claudio Lombardo, che si è presentato autonomamente al carcere di Cosenza, dovrà scontare la pena di 2 anni, 3 mesi e 16 giorni.

A Stummo e Lombardo era attribuito un tentativo di estorsione risalente al 2012 e per il quale erano stati condannati nel 2018 dalla Corte di Appello di Catanzaro. L’appello contro la sentenza poi proposto alla Corte Suprema di Cassazione è stato rigettato l’anno successivo.

I due erano stati arrestati nell’operazione della Dda denominata Plinius II, del maggio 2015, contro la cosca Valente-Stummo operante a Scalea e gerarchicamente subordinata al clan Muto di Cetraro.

Secondo gli inquirenti, la malavita scaleota estorceva denaro a commercianti e imprenditori del luogo e si accaparrava immobili di rilevante valore evitando che altri soggetti partecipassero alle aste.

La Corte di Cassazione – come ha riportato il sito Miocomune.tv – ha rigettato inoltre i ricorsi di molti altri condannati nella medesima operazione.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Fico: “Giovani credano nella politica, lavoreremo per questo” [VIDEO]

Il presidente della Camera dei Deputati a Santa Maria del Cedro per ricevere la cittadinanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright