Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Coronavirus Calabria, 60 contagiati. Regione: “C’è il primo decesso”

Coronavirus Calabria, 60 contagiati. Regione: “C’è il primo decesso”


Situazione ufficiale al 14 marzo. La Santelli in serata ha informato di una persona deceduta “risultata positiva al test Coronavirus dopo il decesso”.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

CATANZARO – Sono passati da 37 a 60 nel giro di 24 ore i pazienti calabresi per i quali è confermata la positività al Coronavrius Covid-19.

Questo dicono i dati delle analisi effettuate all’Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

Il bollettino di sabato 14 marzo 2020 parla di 711 tamponi effettuati, 22 pazienti ricoverati con sintomi, 4 in terapia intensiva, 33 in isolamento domiciliare. Considerando anche il paziente finora guarito si arriva a quota 60.

Dalla sera di ieri, inoltre, la Regione Calabria ha riferito di un primo decesso. “Ai dati forniti oggi alla Protezione civile nazionale – fa sapere il presidente Jole Santelli –, va aggiunta una persona deceduta a Reggio Calabria, risultata positiva al test Coronavirus dopo il decesso”.

La circostanza non è ancora stata confermata dalle autorità, tanto che non ve ne si trova traccia nei dati ufficiali.

Sarà eventualmente confermata, dopo che l’Istituto superiore di sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

coronavirus italia calabria 14 marzo 2020

Tornando ai dati ufficiali calabresi, questa è la situazione a livello provinciale:

  • Reggio Calabria: 18
  • Vibo Valentia: 17
  • Cosenza: 15
  • Catanzaro: 5
  • Crotone: 5

I dati diffusi dalla Regione Calabria riferiscono di 6302 persone giunte in Calabria negli ultimi quattordici giorni che si sono registrate al sito della Regione Calabria.

La governatrice è inoltre intervenuta in merito al susseguirsi di arrivi dal Nord e ha riferito di aver “sentito il prefetto di Catanzaro – ha detto la Santelli –, che mi ha rassicurata sulla rete dei controlli che saranno capillari, ai fini della prevenzione del contagio”.

Ancora una volta è stato ribadito la raccomandazione di rispettare il periodo di quarantena e comunicare immediatamente la propria presenza in Calabria alle autorità sanitarie locali e attraverso il SITO DELLA REGIONE CALABRIA.

Coronavirus: la situazione in Italia

In Italia, al 14 marzo 2020, 17.750 persone risultano positive al virus.

Sono 1.966 le persone guarite. I deceduti sono 1.441.

Sono dati del bollettino diramato dal dipartimento della Protezione civile sabato 14 marzo 2020.

Ad oggi, in Italia sono stati 21.157 i casi totali. Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 9.059 in Lombardia, 2.349 in Emilia-Romagna, 1.775 in Veneto, 863 nelle Marche, 814 in Piemonte, 614 in Toscana, 384 in Liguria, 320 nel Lazio, 243 in Campania, 271 in Friuli Venezia Giulia, 199 nella Provincia autonoma di Trento, 150 in Sicilia, 170 nella Provincia autonoma di Bolzano, 156 in Puglia, 106 in Abruzzo, 103 in Umbria, 47 in Sardegna, 59 in Calabria, 41 in Valle d’Aosta, 17 in Molise e 10 in Basilicata.

DPCM CORONAVIRUS: Misure igienico sanitarie

La redazione di Infopinione.it suggerisce anche in questo contenuto che, per il contenimento della diffusione del virus il Governo italiano ha predisposto alcune misure eccezionali con Dpcm del 4 marzo 2020. Qui trovi il suo contenuto nel dettaglio.

Quest’ultimo contiene in allegato le misure igienico sanitarie da adottare e osservare, che qui riportiamo.

coronavirus lavare mani

Ecco, dunque quali sono queste misure igienico sanitarie che, come era stato largamente anticipato, influiranno molto sulla vita sociale degli italiani.

LAVATI LE MANI

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

NO ABBRACCI E STRETTE DI MANO

Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona.

TOSSE E STARNUTI

Igiene respiratoria: starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie.

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.

UN METRO DI DISTANZA

Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro.

BOTTIGLIE E BICCHIERI

Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva.

OCCHI, NASO, BOCCA

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

FARMACI

Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

PULIZIE

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

MASCHERINA

Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

Se sei un cittadino calabrese puoi rivolgerti ai numeri utili per l’emergenza che trovi nell’illustrazione qui sotto.

coronoavirus calabria numeri utili regione

Disclaimer: questo articolo cita circostanze apprese da fonti ufficiali:


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Amici in Comune, il 31 gennaio 2022 la decisione sul rinvio a giudizio

Oggi le ultime discussioni delle difese dinanzi al Gup di Paola nel procedimento sui presunti …