Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Coronavirus, stop totale agli spostamenti da comune a comune

Coronavirus, stop totale agli spostamenti da comune a comune


Restano però le “solite” eccezioni. Dalle ordinanze ministeriali a quelle regionali: i cittadini devono restare a casa, nei comuni in cui si trovano. Si teme esodo lavoratori fabbriche chiuse.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

ROMA – Stop totale agli spostamenti delle persone in Italia.

In tal senso procedono alcuni atti assunti a tutti i livelli di governo per limitare la diffusione del contagio da Coronavirus Covid-19. Dopo la chiusura annunciata ieri dal Premier Conte, si teme una nuova ondata di massa che vedrebbe protagonisti i lavoratori di fabbriche e aziende fermate.

E’ di poche ore fa una ordinanza adottata congiuntamente dal ministro della Salute e dal ministro dell’Interno. Questa rimarrà efficace fino all’entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

“Da oggi – recita una nota ministeriale -, è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano“.

Ma a questo ordine si aggiungono le consuete eccezioni alle quali ormai tutti gli italiani si sono abituati. “Salvo – prosegue infatti la nota – che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”.

 

Coronavirus, stop spostamenti anche in Calabria

Sempre oggi, l’assessore alla Pianificazione e Sviluppo territoriale della Regione Calabria, Domenica Catalfamo, ha informato circa la disposizione di controlli per dar seguito all’ordinanza della Santelli di ieri.

“Per rendere efficace il blocco dei flussi in ingresso in Calabria – si legge in una nota -, sarà necessario il supporto delle prefetture per il controllo delle reti di accesso attraverso il coordinamento delle forze dell’ordine (carabinieri, polizia di Stato, esercito), Anas, Capitaneria di Porto, SACal, Rfi, Trenitalia, Regione Calabria, Province e Città Metropolitana (polizia locale), Anci Calabria (polizie locali), rappresentanti autolinee”.

I controlli riguarderanno le strade, le autolinee bus, le stazioni ferroviarie, l’aeroporto di Lamezia e gli sbarchi via mare.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Primo caso di Covid-19 nel Comune di Tortora

Una persona residente e impiegata presso una struttura sanitaria della costa positiva al tampone effettuato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright