Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Coronavirus Calabria, dati buoni (ma in attesa di Torano)

Coronavirus Calabria, dati buoni (ma in attesa di Torano)


Guariti stabilmente sopra i deceduti e sempre meno posti occupati di terapia intensiva. Ma si aspetta l’esito dei tamponi nella Rsa di Torano Castello.

green multiservice disinfezione

CATANZARO – I guariti dal Covid-19 in Calabria restano più dei deceduti in Calabria, per il terzo giorno consecutivo.

Il trend, inaugurato martedì 14 aprile, trova conferme anche nei dati dell’aggiornamento della protezione civile di mercoledì 15 aprile 2020, che riferiscono di un aumento di 15 nuovi casi di contagio (totale 971).

I pazienti guariti e dimessi risultano essere complessivamente 81, 9 in più rispetto al giorno precedente, e quelli deceduti sono saliti a 71 (+3).

coronavirus calabria guariti deceduti

Anche per quanto riguarda l’ospedalizzazione i nuovi numeri rassicurano gli osservatori. Gli 11 posti letto di terapia intensiva ad oggi occupati, uno in meno rispetto a martedì, rappresentano il nuovo minimo a partite dal 25 marzo scorso.

Ovvero, da quando si registrò il massimo assoluto a partire dall’inizio dell’emergenza: 23 pazienti gravi.

Da quel punto poi, salvo rare eccezioni, la linea dei posti letto di terapia intensiva occupati da malati di Covid-19, è andata sempre decrescendo.

coronavirus calabria pazienti terapia intensiva

Completano il quadro della gestione degli attualmente positivi, che sono 819, 156 pazienti ricoverati con sintomi (-5) e 652 persone in isolamento domiciliare.

I segnali positivi, insomma, continuano ad esserci ma bisognerà attendere l’esito dei tamponi effettuati nella Rsa “Villa Torano” nel Comune di Torano Castello, in provincia di Cosenza.

Qui si sospetta un nuovo focolaio. Bisognerà però ripetere i tamponi su dipendenti e pazienti (oltre a svolgere test anche su le persone che sono venute in contatto con loro) perché i primi sarebbero stati invalidati da errori procedurali.

Sulla questione invitiamo i nostri lettori a leggere questo articolo de Il Corriere della Calabria.

Dati buoni, dicevamo, che emergono da un numero di tamponi che all’ultimo aggiornamento riferisce di 19662 tamponi fin qui fatti, 648 nelle ultime 24 ore.

Quest’ultimo dato è superiore alla media giornaliera dell’intero periodo emergenziale, che è di 436,9 tamponi (dal 2 marzo, ndr), e in linea con la media degli ultimi 7 giorni, 669,2 tamponi.

Questa, inoltre, la distribuzione dei casi, nelle 5 province calabresi.

  • Cosenza 318 (+1 ma è proprio in questa provincia, tra l’altro già la più colpita della regione, che si attende l’esito delle indagini nella Rsa di Torano Castello, comune chiuso)
  • Reggio Calabria 276 (+8)
  • Catanzaro 190 (+6)
  • Crotone 117 (stabile)
  • Vibo Valentia 68 (stabile).

Ci sono inoltre ancora 2 casi in fase di assegnazione.

Un altro dato, l’unico che estrapoliamo dal bollettino fornito dalla Regione Calabria. Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 14692 (+209).

 

DPCM CORONAVIRUS: Misure igienico sanitarie

La redazione di Infopinione.it suggerisce anche in questo contenuto che, per il contenimento della diffusione del virus il Governo italiano ha predisposto alcune misure eccezionali con Dpcm del 4 marzo 2020. Qui trovi il suo contenuto nel dettaglio.

Quest’ultimo contiene in allegato le misure igienico sanitarie da adottare e osservare, che qui riportiamo.

Ecco, dunque quali sono queste misure igienico sanitarie che, come era stato largamente anticipato, influiranno molto sulla vita sociale degli italiani.

LAVATI LE MANI

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

NO ABBRACCI E STRETTE DI MANO

Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona.

TOSSE E STARNUTI

Igiene respiratoria: starnutire o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie.

Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.

UN METRO DI DISTANZA

Mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro.

BOTTIGLIE E BICCHIERI

Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, anche durante l’attività sportiva.

OCCHI, NASO, BOCCA

Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

FARMACI

Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

PULIZIE

Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

MASCHERINA

Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.

Se sei un cittadino calabrese puoi rivolgerti ai numeri utili per l’emergenza che trovi nell’illustrazione qui sotto.

coronoavirus calabria numeri utili regione

Disclaimer: questo articolo cita circostanze apprese da fonti ufficiali:



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Ripartizione fondi Mes: I falsi innamorati del Sud

LOSCRIVITÙ ||| Il Nord fa bene a pretendere, mentre il Sud non ha rappresentanti capaci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright