Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Belvedere Marittimo, sorpresi dai carabinieri a fare una grigliata

Belvedere Marittimo, sorpresi dai carabinieri a fare una grigliata


Nel ponte della Liberazione i controlli delle forze dell’ordine sul Tirreno cosentino. 24 i soggetti sanzionati complessivamente. 750 i controlli effettuati.

lido azzurro calabria santa maria cedro mare


BELVEDERE MARITTIMO – Nove persone di Belvedere Marittimo sono state sorprese dai carabinieri mentre erano intente a consumare una grigliata durante il ponte del 25 aprile. Multati dai carabinieri e fine della festa.

E’ solo uno degli interventi messi in campo dal coordinamento delle forze dell’ordine preposto ai controlli sulle restrizioni per contrastare la diffusione del Covid-19.

Complessivamente sono stati 24 i soggetti sanzionati e sono stati effettuati anche oltre 750 controlli complessivi a automobili e persone.

È questo il bilancio delle attività di presidio del territorio dell’Alto Tirreno cosentino durante questo ponte.

“I controlli hanno visto impegnati, sin da giovedì scorso, i carabinieri della compagnia di Scalea e dei Carabinieri Forestali di Orsomarso/Scalea, gli agenti della Polizia Stradale di Scalea e militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Scalea.

Considerati i buoni risultati raggiunti nei controlli delle festività pasquali, le forze di polizia ubicate a Scalea hanno inteso riproporre il piano di controlli adottato nei giorni di Pasqua per fronteggiare il possibile esodo nelle località di mare dell’Alto Tirreno cosentino.

Il dispositivo messo in campo dalle forze dell’ordine, coordinato dalla prefettura di Cosenza, ha visto una postazione fissa di controllo a nord sul confine della regione Calabria, lungo la Ss 18 in località Castrocucco, finalizzato a censire tutte le autovetture in ingresso in Calabria verificando le giustificazioni addotte dagli utenti controllati, e una seconda postazione fissa a sud, sempre lungo la statale nel tratto di Bonifati per accertare l’eventuale arrivo nelle residenze estive da parte di soggetti di origine cosentina.

Il territorio, inoltre, è stato circoscritto con altre due postazioni ad est, sulla fascia montana, dove sono state dislocate pattuglie per verificare gli accessi da altre due arterie stradali, la S.P. 3 – Santa Domenica Talao località Bonicose e la S.P. 10 – Orsomarso località Scorpari, percorsi alternativi che collegano l’Alto Tirreno cosentino all’A2 – Autostrada del Sole.

Accanto al dispositivo di controllo dei confini del territorio sono state impiegate anche numerose pattuglie nei centri abitati, lungo i litorali, sulla S.S. 18 nel tratto da Tortora a Bonifati e, coadiuvati dalla Polizia Locale di Scalea, presso la Stazione Ferroviaria dove sono stati ispezionati tutti i convogli in transito”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

danisa romena denise pipitone scalea

“Non sono Denise Pipitone”, la ragazza controllata a Scalea parla in Tv

Si chiama Danisa e ha reso dichiarazioni in collegamento da Scalea alla trasmissione Pomeriggio Cinque …

error: Materiale protetto da copyright