Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Covid-19 e turismo: più spazio ai lidi e rinuncia alla tassa di soggiorno

Covid-19 e turismo: più spazio ai lidi e rinuncia alla tassa di soggiorno

Le proposte del consigliere comunale e imprenditore balneare di Praia a Mare Antonino De Lorenzo prevedono anche sgravi fiscali e riassorbimento dei posti di lavoro persi.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

PRAIA A MARE – Più spazio alle concessioni demaniali dei lidi e rinuncia alla tassa di soggiorno per il 2020.

Sono solo due delle proposte avanzate all’amministrazione comunale di Praia a Mare dal consigliere Antonino De Lorenzo.

In un lungo elenco l’imprenditore balneare e consulente d’impresa traccia una serie di suggerimenti per agevolare il sistema turismo che a Praia a Mare, come in altre località del territorio, sostiene storicamente l’economia locale.

Buona parte di questi suggerimenti sarebbero a costo zero per l’ente. A partire dalla possibilità di espandere le superfici delle spiagge attrezzate (lidi), consentendo anche di aumentare zone d’ombra, spazi dedicati ai bambini, bagni e spogliatoi.

Proposta anche la deroga ad alcuni divieti quali l’utilizzo di mezzi meccanici sull’arenile per il montaggio delle strutture e la possibilità di montaggi parziali, a favore di chi ravvisasse la necessità di garantire solo servizi essenziali.

Maggiori spazi pubblici da occupare anche per bar e ristoranti. In quest’ultimo caso viene avanzata la proposta di lasciare invariata la tariffa di occupazione o di dimezzarla per i locali che non possono ampliare.

Detto della proposta di eliminare la tassa di soggiorno per il 2020, De Lorenzo suggerisce anche spostamento delle scadenze dei tributi o sgravi per chi non aprirà.

Chiudono l’elencazione alcune proposte per eliminare sprechi nella raccolta differenziata, esternalizzazione di servizi a favore di cooperative e altre proposte per azioni volte ad assorbire la manodopera che non troverà lavoro nella stagione alle porte.

Infine, lancia la proposta di creare in seno all’amministrazione comunale strumenti condivisi e partecipati per l’adozione delle scelte di settore.

Il compito degli operatori del turismo – questo il De Lorenzo pensiero – è di adattarsi allo stravolgimento dettato dal Coronavirus al cospetto, però, di un intervento dell’amministrazione pubblica per creare nuovi scenari ottimali per l’azione d’impresa.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

abbonamenti treno

Aumento abbonamenti treno, Occhiuto: “Rimborseremo, ma vi spiego cosa è successo”

Contratto capestro con Trenitalia firmato dalla Giunta Oliverio alla base dell’aumento degli abbonamenti del treno …