Home / IN PRIMO PIANO / Spiagge libere, Santa Maria del Cedro: tutte le regole

Spiagge libere, Santa Maria del Cedro: tutte le regole


L’amministrazione recepisce quanto stabilito dagli organi sovracomunali. No assembramenti, 10 metri quadrati per ombrellone, multe da 25 a 500 euro.

green multiservice disinfezione

SANTA MARIA DEL CEDRO – No agli assembramenti, multe da 25 a 500 euro e dieci metri quadrati per ogni ombrellone sulle spiagge libere di Santa Maria del Cedro.

Con ordinanza sindacale il comune ha recepito nelle ultime ore quanto stabilito dagli organi sovracomunali.

Il riferimento è alle Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività economiche e produttive prodotte dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome il 16 maggio 2020, allegate al Dpcm 17 maggio 2020 e recepite dalla Regione Calabria con ordinanza del presidente dello stesso giorno.

santa maria cedro spiaggia libera pontile
Spiaggia di Santa Maria del Cedro (foto: Vittorio Vitale)

 

Ecco le regole nel dettaglio.

• L’accesso/l’uscita così come la fruizione della spiaggia libera deve avvenire sempre nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e nel rispetto delle norme igienico comportamentali di contrasto alla diffusione del Sars Cov-2, fissate dal Ministero della Salute e dalle autorità eegionali.

• L’accesso/l’uscita, così come la permanenza in spiaggia, deve svolgersi in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale.

• Nel posizionamento di ombrelloni o di altri sistemi di ombreggio personali, gli utenti devono rispettare un distanziamento in modo da garantire una superficie di almeno 10 metri quadrati per ogni ombrellone.

Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sedie a sdraio), quando non posizionate nel posto ombrellone, deve essere garantita una distanza di almeno 1,5 metri.

• È vietata la pratica di attività ludico-sportive di gruppo che possono dar luogo ad assembramenti.

• Gli sport individuali che si svolgono abitualmente in spiaggia (es. racchettoni) o in acqua (es. nuoto, surf, windsurf, kitesurf) possono essere regolarmente praticati, nel rispetto delle misure di distanziamento interpersonale.

• Sono vietati gli sport di squadra (es. beach-volley, beach-soccer) in attesa delle disposizioni delle istituzioni competenti.

Tabelle informative saranno posizionate in corrispondenza delle spiagge libere.

I controlli sul rispetto di quanto ordinato spettano al corpo di polizia municipale e alle forze dell’ordine del territorio.

Le violazioni dell’ordinanza saranno oggetto di sanzione amministrativa da 25 a 500 euro, nonché di tutte le altre sanzioni di legge.

“Il presente provvedimento – si legge nell’ordinanza – assume valenza urgente temporanea per far fronte a esigenze di breve periodo, riservandosi lo scrivente di adottare misure maggiormente restrittive durante l’alta stagione, caratterizzata da maggiore afflusso di turisti, ovvero in caso di evoluzione dello scenario epidemiologico, anche in attuazione di nuove disposizioni delle autorità nazionali e regionali”.



About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

Tortora, Papa: “Mozioni su ambiente e sanità accolte in consiglio”

Assistenza sanitaria nel centro storico e nelle zone rurali e una centralina idroelettrica portate all’attenzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright