Home / COMUNICATI STAMPA / Incendi Parco Nazionale del Pollino: al via la campagna Aib

Incendi Parco Nazionale del Pollino: al via la campagna Aib


Parte il 1° luglio l’attività antincendio nell’area protetta a cavallo tra Calabria e Basilicata. Coinvolte decine di sigle del volontariato e 100 operatori.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

ROTONDA – Parte mercoledì 1° luglio 2020 la campagna Anti incendio boschivo 2020 del Parco Nazionale del Pollino.

Il dispositivo di prevenzione e contrasto dei roghi di origine naturale e dolosa nell’area protetta a cavallo tra Calabria e Basilicata si concluderà il 15 settembre.

La campagna Aib 2020 è un’azione del progetto Pollino Future, sostenuto da Fondazione con il Sud attraverso il bando Ambiente 2018.

L’obbiettivo è creare una rete tra organizzazioni di volontariato, il Parco, le università e gli istituti di ricerca, per sviluppare insieme metodologie innovative e nuove tecnologie volte a ridurre il rischio di incendi.

“La Campagna Aib del progetto Pollino Future – si legge in un comunicato stampa – sarà possibile grazie alle organizzazioni di volontariato Pubblica assistenza protezione civile Valle del Sinni, Lipambiente, Wwf, Pollino H24, Ensa Italia, Vola Lauria, Misericordia di Francavilla e Misericordia di Rotonda, partner e cuore pulsante del progetto.

Più di 100 volontari, adeguatamente formati, interverranno nelle attività di avvistamento, spegnimento e bonifica delle zone interessate da incendi. Fondamentale, come ogni anno, è l’impegno dei volontari a salvaguardia del Parco più grande d’Italia”.

Il presidente della Pubblica Assistenza Protezione Civile Valle del Sinni, capofila del progetto, Egidio Ciancio sottolinea che “i volontari della protezione civile sono impegnati da anni nelle azioni di difesa e salvaguardia dei boschi.

L’elemento di innovazione che caratterizza Pollino Future, con l’utilizzo di nuove tecnologie per la rilevazione e la diffusione dei dati, unito alle attività di sensibilizzazione rivolte alla popolazione e alla sinergia della rete, renderà quelle azioni ancora più efficaci e specializzate, consentendoci di arrivare, con il tempo, ad un sostanziale cambiamento e ad un miglioramento qualitativo e quantitativo rispetto alla situazione attuale”.

Incendi nel Parco del Pollino: il ruolo dei visitatori

Si punta molto anche sulla sensibilizzazione dei cittadini sul tema ambientale e, in particolare, sulla questione incendi boschivi.

Ecco alcune best practice da adottare sia per prevenire gli incendi che per fare la propria porta quando si avvista un rogo.

“Per evitare un incendio – spiegano i volontari – è consigliabile non buttare mozziconi di sigaretta o fiammiferi ancora accesi.

Non accendere fuochi nel bosco e, laddove è consentita la sosta per picnic, accendere il fuoco solo in aree attrezzate e spegnere completamente il fuoco prima di andare via.

Evitare il contatto della marmitta calda dell’auto con l’erba secca. Non abbandonare rifiuti sul terreno, perché facilmente infiammabili, e riporli negli appositi contenitori. Non bruciare, senza le dovute misure di sicurezza, le stoppie, la paglia o altri residui agricoli, che potrebbero dare origine a fuochi incontrollati.

In caso di avvistamento di incendio o di pericolo il cittadino non deve essere indifferente: può telefonare immediatamente al numero di soccorso 115, del corpo nazionale dei vigili del fuoco, fornendo le indicazioni necessarie per localizzare l’incendio.

Qualora il cittadino si trovi nel mezzo di un incendio deve cercare una via di fuga sicura: una strada o un corso d’acqua, evitando luoghi a favore di vento, stendersi a terra in un luogo dove non c’è vegetazione incendiabile per evitare di respirare il fumo.

Se non c’è altra scelta, cercare di attraversare il fuoco dove è meno intenso per passare dalla parte già bruciata, che è un luogo sicuro.

Non sostare lungo le strade per non intralciare i soccorsi e le comunicazioni necessarie per gestire l’emergenza”.



About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Libri, pubblicata l’opera collettiva sui giorni del Covid

“CoronaBook-20. Vaccini di scrittura creativa”: disponibile per il download gratuito la raccolta di racconti partoriti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright