Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Basilicata, turismo e Covid: Regione avvia monitoraggio

Basilicata, turismo e Covid: Regione avvia monitoraggio


Tampone ogni 7-10 giorni per lavoratori settore turistico a Maratea, Matera, nel Pollino e nel Metapontino. A Settembre tocca alle scuole.

lido azzurro calabria santa maria cedro mare

POTENZA – Tampone sanitario ogni 7-10 giorni per le cosiddette ‘sentinelle’ in Basilicata.

Ossia gli operatori più esposti al rischio in questo periodo come camerieri, ristoratori e albergatori, ma anche chi lavora nelle guardie mediche turistiche.

In questo modo la Regione Basilicata intende tenere sotto controllo la Fase 2 dell’emergenza Coronavrius.

La giunta della Regione Basilicata nella seduta di ieri ha dunque approvato un’indirizzo strategico in tal senso. Con esso, terrà il tracciamento dei contatti e il trattamento dei casi positivi.

Si tratta di un progetto sperimentale di monitoraggio che vede il coinvolgmimento dei sindaci e degli imprenditori turistici.

Saranno quattro le aree della Basilicata interessate dal monitoraggio che partirà dalla seconda settimana di luglio: la zona costiera di Maratea, l’area del Parco del Pollino, il Metapontino e la città di Matera.

“Con l’iniziativa di monitoraggio legata al Covid-19 – ha dichiarato l’assessore alla Salute della Regione Basilicata, Rocco Leone – la prima in Italia, puntiamo a mettere in sicurezza i cittadini lucani e i turisti.

Partiamo con il turismo e da settembre porteremo avanti questo progetto di monitoraggio nelle scuole, dove i soggetti ‘sentinella’ da sottoporre periodicamente a tampone saranno gli insegnanti e il personale scolastico”.

L’iniziativa è in linea con gli indirizzi strategici approvati nella seduta di ieri dalla giunta regionale ed elaborati dal dipartimento Politiche della persona.

La Fase 2 – spiega una nota – sarà caratterizzata da un utilizzo del tampone naso-faringeo orientato maggiormente alla prevenzione, implementando e rafforzando un sistema di accertamento diagnostico, monitoraggio e sorveglianza della circolazione di Sars-CoV-2 dei casi confermati e dei loro contatti.

“Per analizzare fino a duemila tamponi giornalieri – ancora Leone – è stato necessario poter contare sul supporto dei laboratori di microbiologia accreditati. E per dare un’idea sui criteri stringenti utilizzati, su 21 richieste di accreditamento giunte al dipartimento regionale, solo 4 sono state approvate”.

L’indirizzo strategico approvato dal governo Bardi, coerente con le azioni previste dal decreto legge 34 del 19 maggio 2020, comporterà tre livelli progettuali:

  1. Un testing esteso con l’obiettivo di effettuare 1250 tamponi per la sorveglianza e altri 750 per le attività di prevenzione in ambito ospedaliero e per le attività produttive.
  2. Il tracciamento dei contatti attraverso l’istituzione di un team regionale dedicato (Smart tracking team).
  3. Trattamento dei casi positivi da realizzarsi con il rafforzamento delle Unità speciali Covid e mediante il contributo di infermieri di comunità, in affiancamento ai medici di famiglia, per l’assistenza domiciliare e la sorveglianza attiva dei pazienti non ospedalizzati, dal momento che dal 1° gennaio 2021 le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale potranno assumere a tempo indeterminato 8 di queste figure ogni 50 mila abitanti.

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

carabinieri scalea

Denise Pipitone, accertamenti in corso su una ragazza a Scalea

I carabinieri della locale compagnia collaborano con la Procura di Marsala dopo una segnalazione su …

error: Materiale protetto da copyright