Home / AMBIENTE NATURA CALABRIA BASILICATA / Scalea, controlli della guardia costiera per segnalazioni sul mare

Scalea, controlli della guardia costiera per segnalazioni sul mare


Turisti alla redazione: “Tre giorni di mare sporco tra Torre Talao e il Carpino”. Dal Circomare di Maratea: “Verifica delle segnalazioni in corso”.


SCALEA – “Sono a Scalea da 3 giorni e ancora non sono riuscito a entrare in mare, visto che è sempre presente una chiazza ‘saponata‘, che va da Torre Talao al Carpino.

Ho più volte fatto presente, ma nessuno risponde o interviene. Mi chiedo se i turisti interessino o no”?

Un turista della cittadina di Scalea ha inviato questo eloquente messaggio alla posta della nostra redazione, aggiungendo diverse foto del fenomeno di cui parla.

Ve ne mostriamo una selezione, ricordando che gli scatti sono relativi a diverse giornate dall’1 al 3 luglio 2020.

Abbiamo rigirato la questione ad Antonio Bisanti, comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Maratea, competente territorialmente anche sul tratto di mare antistante Scalea.

“Non si tratta di segnalazioni sporadiche o isolate – ci ha risposto –, esattamente come avvenuto lo scorso anno.

Una di queste, l’ho ricevuta direttamente io per telefono. Ogni volta, noi interveniamo, ma il nostro intervento è confinato a quelle che sono le nostre prerogative, ovvero all’attestazione dello stato dei luoghi.

Il tutto, segnalazione e accertamento, viene trasmesso all’Arpacal, che poi dispone le sue attività in quanto organo competente in materia.

Di recente siamo intervenuti a Scalea per verificare e abbiamo potuto riscontrare più che altro una colorazione alterata dell’acqua del mare, ma senza presenza di sostanze galleggianti in superficie.

Nel pomeriggio (la dichiarazione è stata raccolta oggi, in tarda mattinata, ndr) svolgeremo un sopralluogo poiché questa mattina abbiamo ricevuto altre segnalazioni.

Di nostro – ha poi concluso il comandante della guardia costiera – svolgiamo attività anche a terra per monitorare il territorio e individuare eventuali fonti di inquinamento a monte, ma questo viene fatto a prescindere dalle segnalazioni che riceviamo”.

Quindi, eventuali verifiche sulla qualità delle acque di balneazione sono demandate all’agenzia regionale per l’ambiente che, dall’inizio della stagione estiva 2020 e fin qui ha segnalato pochi problemi di balneazione in Calabria.

Si tratta dei casi di Bova Marina e Nicotera risalenti allo scorso 10 giugno e, ad oggi, risolti solo in piccola parte.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Falsi titoli nell’istruzione: arrestate 10 persone

Le manette sono scattate in Calabria e a Napoli. Producevano falsi titoli per aspiranti insegnanti …

4 comments

  1. che schifo, assorbenti di donne, cassette per la frutta, buste di plastica. l’unica risorsa che avete e la distruggete. mai più in un posto simile. il gestore del lido, alle mie domande risponde: questa è l’italia.

  2. Alessandra De Piano

    Ad oggi confermo il mare e sporchissimo, sono a Scalea dal 7 luglio ed è raro vederlo pulito

  3. L’anno scorso, 2019, dopo le varie segnalazioni ci furono dei controlli, e dico controlli, non guardatine. E miracolosamente il mare di Scalea si mantenne pulito..

  4. Susanna Frusciano

    Save
    Guardando le foto segnalo la stessa situazione anche a Cirella

    Solitamente ci rechiamo da Santa Maria al lido di alcuni amici a Cirella e già sono diversi anni che durante la giornata soprattutto ad Agosto compare questa specie di schiuma o chiazze marroni
    Onestamente ai calabresi vorrei dire “Ma vi rendete conto che senza turismo per voi è finita?”
    Troppe le cose che non vanno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright