Home / COMUNI / AMANTEA / Amantea, marijuana in albergo: arrestati 3 turisti lombardi

Amantea, marijuana in albergo: arrestati 3 turisti lombardi


I 19enni tutti della provincia di Como sono stati sorpresi dai carabinieri con 100 grammi di erba nella stanza di una struttura di Campora San Giovanni.

lido azzurro calabria santa maria cedro mare

AMANTEA – Tre turisti lombardi sono stati arrestati dai carabinieri ad Amantea con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio, in concorso.

I tre, tutti 19enni e provenienti dalla provincia di Como, sono stati sorpresi dai carabinieri della compagnia di Paola in possesso di 100 grammi di marijuana, nascosti nella loro stanza di un albergo di Campora San Giovanni.

Si trovavano sul territorio per un periodo di vacanza. Durante un giro in auto hanno compiuto una manovra azzardata sulla Ss 18, attirando l’attenzione dei militari.

Il personale dell’arma ha fermato il veicolo e, dato il nervosismo manifestato dai giovani, ha proceduto a perquisizione. In auto sono stati trovati circa 4 grammi di marijuana e un bilancino di precisione elettronico.

Di conseguenza, è scattato il controllo anche nella camera d’albergo occupata dai 3 lombardi. Qui sono stati trovati all’incirca altri 100 grammi di marijuana, oltre a materiale per il confezionamento di dosi e oltre 1000 euro in banconote di piccolo e medio taglio.

Secondo i laboratori dell’Arma, dal quantitativo di stupefacente si sarebbero potuto ricavare oltre 300 dosi.

I 19enni comaschi, difesi dall’avvocato Barbara Esposito, sono stati posti ai domiciliari presso la stessa stanza di albergo e, in seguito, rimessi in libertà.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

carabinieri scalea

Denise Pipitone, accertamenti in corso su una ragazza a Scalea

I carabinieri della locale compagnia collaborano con la Procura di Marsala dopo una segnalazione su …

error: Materiale protetto da copyright