Home / CRONACA / Sanità Calabria, indagati veterinari della task force

Sanità Calabria, indagati veterinari della task force


Avrebbero incassato emolumenti illegittimi decretati dalla struttura commissariale. Tra gli indagati anche ex commissari Scura e Urbani.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

CATANZARO – Anche gli ex commissari della Salute della Regione Calabria, Massimo Scura e Andrea Urbani risultano indagati per abuso d’ufficio nell’operazione Artemide della Dda.

L’inchiesta – riferisce Ansa Calabria – ha messo in luce che alcuni dipendenti della cosiddetta “task force veterinaria” regionale percepivano da nove anni emolumenti aggiuntivi illegittimi.

Queste somme erano decretate dalla struttura commissariale della sanità calabrese ma – secondo l’accusa -, non dovute. Per legge l’incarico ricoperto non comporterebbe retribuzioni aggiuntive.

La guardia di finanza di Catanzaro, in esecuzione di un provvedimento del Gip, ha eseguito un sequestro preventivo in beni per oltre un milione di euro a 5 degli indagati, tutti dirigenti medici veterinari individuati dalla Regione Calabria per far parte della task force veterinaria.

Per la precisione: 351.093,25 euro nei confronti di Fabio Arigoni, di Roccabernarda (Crotone), dirigente veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone; 273.664,18 euro a Gianluca Grandinetti (58), di Soveria Mannelli, dirigente veterinario dell’Asp di Catanzaro; di 323.649,74 euro a Maurizio Anastasio (63), di Rende (Cosenza), dirigente veterinario dell’Asp di Cosenza; di 86.247,36 euro a Achille Straticò (58), di Bisignano (Cosenza), dipendente dell’Asp di Cosenza; e di 75.529,10 a Giuseppe Loprete (73), di Marina di Gioiosa Ionica (Reggio Calabria), già dipendente dell’Asp di Reggio Calabria, ora in pensione.

Questi 5 dirigenti risultano indagati per abuso d’ufficio, al pari dell’ex commissario ad acta per il piano di rientro del debito sanitario della Calabria, Massimo Scura, dell’ex sub commissario Andrea Urbani e del coordinatore della task force veterinaria Pasquale Turno.

Le indagini sono state condotte dal nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Catanzaro sotto la direzione del pm Chiara Bonfadini e con il coordinamento del procuratore aggiunto Giancarlo Novelli e del procuratore Nicola Gratteri.



About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Santa Domenica Talao, taglia alberi senza autorizzazione: denunciato

Un uomo del posto ne avrebbe abbattuti 45, in gran parte ontani, in località Sant’Andrea, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright