Home / IN PRIMO PIANO / Vibo Valentia, dalle acque del porto sbuca un’ancora dell’Ottocento

Vibo Valentia, dalle acque del porto sbuca un’ancora dell’Ottocento


Il ritrovamento casuale nelle settimane scorse da parte dei sommozzatori. Il manufatto è stato prelevato e analizzato.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

VIBO VALENTIA – Un’ancora di ferro alta circa due metri della seconda metà dell’Ottocento è stata riportata alla luce dai fondali del porto di Vibo Valentia.

Secondo gli esperti il manufatto è del tipo utilizzato in quel periodo storico per assicurare al fondo le reti utilizzate per la pesca del tonno, un tempo praticata a Vibo Marina.

ancora ottocento porto vibo valentia

Il ritrovamento risale ad alcune settimane fa da parte del nucleo sommozzatori della guardia costiera di Messina, impegnato in un intervento di altra natura.

Nelle ultime ore, il manufatto è stato estratto dall’acqua e analizzato sulla banchina Cortese del porto di Vibo Valentia.

L’ispezione è stata utile per valutare le caratteristiche e lo stato di conservazione dell’ancora.

Hanno collaborato allo studio la soprintendenza per la Città metropolitana di Reggio Calabria e la provincia di Vibo Valentia, il Mibact per la Calabria, e con il supporto del personale della capitaneria di porto di Vibo Valentia Marina, del nucleo Tutela patrimonio culturale dei carabinieri di Cosenza e del nucleo carabinieri subacquei di Messina.



About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Taurianova, 7000 piante di marijuana in un vecchio frantoio

Nel capannone dismesso la criminalità locale aveva realizzato un gigantesco essiccatoio. Sequestro da 3 milioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright