Home / COMUNI / ACQUAPPESA / Acquappesa, maltrattava la compagna: arrestato 34enne

Acquappesa, maltrattava la compagna: arrestato 34enne


I maltrattamenti andavano avanti dal 2008, a volte compiuti anche davanti al figlio minorenne. Attivato il Codice Rosso.

francesco barbir barbiere taglio capelli santa maria del cedro calabria colore acconciature barba

ACQUAPPESA – Un 34enne di Acquappesa è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Paola per maltrattamenti contro familiari e lesioni personali continuate.

Lo scorso 28 luglio, l’uomo ha aggredito la convivente, una donna del posto, sul Lungomare cittadino.

La lite – sostengono dall’Arma -, esplosa per futili motivi, è poi proseguita a casa, dove l’uomo ha minacciato la donna con un coltello da cucina e le ha usato violenza fisica.

La vittima è quindi fuggita per rifugiarsi a casa dei genitori. Qui ha deciso di chiamare i carabinieri e ha denunciato le violenze.

Visitata dai medici dell’ospedale di Paola, ha ricevuto una prognosi di 7 giorni per la diagnosi di politraumi.

Come hanno poi accertato i militari non si trattava di un episodio isolato. Le indagini, svolte in base al Codice Rosso e coordinate dalla procura di Paola hanno svelato un quadro di maltrattamenti in famiglia sin dal 2008.

In molti casi, agli episodi di violenza ha assistito anche il figlio minorenne della coppia.

A conclusione delle investigazioni la procura ha richiesto e ottenuto dal Gip di Paola Maria Grazia Elia un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita oggi dai carabinieri della stazione di Guardia Piemontese.

Il 34enne è stato quindi portato nel carcere di Paola.



About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

San Sago, “Vinca” indispensabile anche per il Consiglio di Stato

Sentenza di Palazzo Spada: ottenimento della Valutazione di incidenza ambientale se la Cogife vuole riaprire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright