Home / AMBIENTE NATURA CALABRIA BASILICATA / Tortora, Festival Filmare: i cortometraggi che raccontano il mare

Tortora, Festival Filmare: i cortometraggi che raccontano il mare


Domenica 9 agosto in piazza Stella Maris riflessioni sul mare come risorsa: l’importanza della Bandiera Blu. Ospite Sebastiano Somma.

green multiservice disinfezione

TORTORA – Il mare come risorsa, turistica ed ambientale che diventa economica e culturale da valorizzare nei suoi molteplici aspetti. 

Sulla base di tali premesse l’associazione culturale CalabriArtes, presieduta da Enzo De Carlo, ha ideato e realizzato il “Festival Filmare, i cortometraggi che raccontano il mare”.

Una rassegna riservata a registi italiani e internazionali che nei loro corti raccontano le storie del mare.

Tra tutti i cortometraggi in concorso, otto sono stati selezionati per l’evento finale che si terrà proprio di fronte al suggestivo lungomare di Tortora, Bandiera blu per il terzo anno consecutivo.

L’appuntamento è per domenica 9 agosto 2020, alle 21 e 30 in piazza Stella Maris. L’evento è realizzato in collaborazione con gli assessorati alla Cultura e alle Attività produttive di Tortora.

La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle norme e delle direttive anti Covid-19.

Presidente di giuria sarà Sebastiano Somma che, oltre alle tante produzioni televisive e cinematografiche, ha anche realizzato “Il Bacio azzurro, la grande magia dell’acqua”, film che educa i ragazzi e giovani al rispetto dell’acqua e dell’ambiente.

La prima parte della serata sarà dedicata a riflessioni e contributi sul tema “Il mare come risorsa: l’importanza della Bandiera Blu” con la partecipazione di esperti nel campo del turismo.

A presentare la serata Francesca Russo, conduttrice televisiva.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Coronavirus Buonvicino, deceduto paziente in terapia intensiva

Era stato ricoverato sin dalle prime battute del focolaio. Prima vittima nel territorio dell’Alto Tirreno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright