Home / AMBIENTE NATURA CALABRIA BASILICATA / Belvedere Marittimo, cittadini salvano piccoli di tartaruga marina

Belvedere Marittimo, cittadini salvano piccoli di tartaruga marina


20 esemplari appena nati si erano diretti verso il centro abitato invece che in mare. Notati da un uomo sono stati messi in sicurezza.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

BELVEDERE MARITTIMO – Una ventina di piccoli di tartaruga marina sono stati salvati da alcuni cittadini sulla spiaggia di Belvedere Marittimo.

I fatti sono avvenuti nella notte del 22 agosto scorso.

Probabilmente attratte dalle luci della città, le tartarughe appena nate si sono dirette in quella direzione, opposta al mare.

Un uomo, il signor Leonetti, le ha notate e ha immediatamente allertato la capitaneria di porto di Cetraro. La guardia costiera del Circomare comandato da Antonio Saladino ha a sua volta allertato il Centro recupero tartarughe marine Calabria, referente per il territorio.

L’area è stata isolata su ordine del sindaco, Vincenzo Cascini.

Sul posto è dunque giunta la dottoressa Stefania Giglio e altro personale del Crtm per mettere in sicurezza l’area di nidificazione e dare indicazioni ai presenti sul comportamento da adottare.

Sul posto anche le associazioni competenti alla tutela e conservazione delle camere di nidificazione fino alla schiusa delle uova.

Il prezioso intervento dei cittadini e degli altri attori attivati ha dunque consentito la sopravvivenza degli animali.

“È la sensibilità, l’amore per la vita della gente calabrese che ha permesso a queste bellissime tartarughe caretta caretta di nascere e di trovare la via del mare. E’ la Calabria che abbiamo nel cuore” ha affermato l’assessore all’Ambiente della Regione Calabria, Sergio De Caprio apprendendo la notizia.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Tortora, torna il bollettino Covid: sono 130 i cittadini positivi

L’ultimo aggiornamento risaliva allo scorso 7 gennaio quando i casi attivi erano più di 200. …