Home / IN PRIMO PIANO / Lagonegro, Anpas attacca l’amministrazione comunale

Lagonegro, Anpas attacca l’amministrazione comunale


Oltre 200 interventi a sostegno delle famiglie lagonegresi, ma esclusi dal Coc istituito lo scorso 26 novembre. Si pensa ad azione legale.


L’amministrazione comunale di Lagonegro ci ha fatto fuori dal Centro operativo di controllo per la gestione dell’emergenza Coronavirus, nonostante l’impegno messo in campo dall’inizio della pandemia.

La dura denuncia è dell’Associazione nazionale pubbliche assistenze Valle Sinni (Anpas), che opera con sedi a Latronico e, appunto, a Lagonegro.

Lo scorso 26 novembre la sindaca Maria Di Lascio ha firmato il decreto istitutivo del Coc, stabilendone le funzioni e attivando l’unità di crisi locale.

Ma Anpas Valle del Sinni lamenta di essere stata esclusa dalla funzione di volontariato nonostante l’impegno messo in campo sin dai primi giorni dell’emergenza Coronavirus a supporto della popolazione di Lagonegro.

“La sorpresa – dichiara il presidente Egidio Ciancio – è stata di ritrovarsi esclusi senza aver minimamente ricevuto motivazioni per iscritto o altro e dopo aver svolto a Lagonegro, nella prima fase di emergenza, 200 interventi a sostegno delle famiglie.

Abbiamo chiesto al nostro legale Dario Gioia del foro di Salerno di tutelare la nostra associazione a fronte dell’onorabilità dei nostri volontari e operatori in riposta a questa circostanza.

Non posso permettere che quasi 20 anni di storia e sacrifici vengano messi in discussione, anche in funzione di ruoli e responsabilità che la nostra organizzazione di protezione civile ha sempre onorato con diligenza e spirito di abnegazione.

Lo stesso Piano comunale di protezione civile ci ha visti protagonisti sin dal 2012 nella descrizione del ruolo del volontariato e dell’organizzazione delle risorse territoriali dello stesso.

Tant’è che lo stesso è stato presentato nel 2013 alla presenza dell’allora capo dipartimento nazionale della Protezione civile Franco Gabrielli proprio in una iniziativa di Anpas allora denominata Terremoto Io Non Rischio.

Questo – conclude Egidio Ciancio – a significare il contributo che abbiamo sempre dato allo strumento di pianificazione comunale del Piano a Lagonegro”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Polizze online: ecco le migliori assicurazioni sulla casa del momento

Garantire la salvaguardia dell’ambiente domestico è fondamentale per beneficiare della massima sicurezza e assicurare il …