Home / IN PRIMO PIANO / Piccoli comuni, la proposta di Antonio De Caprio

Piccoli comuni, la proposta di Antonio De Caprio


Il consigliere regionale: con una legge finanziamenti, sgravi fiscali per attività commerciali, trasporti, scuole, centri storici.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

“La rinascita dei piccoli comuni calabresi potrebbe passare attraverso una legge che preveda finanziamenti, sgravi fiscali per le attività commerciali, senza dimenticare traporti e scuole fino alla cura dei centri storici“.

Ne è convinto Antonio de Caprio, consigliere regionale e presidente della commissione Anti ‘ndrangheta della Calabria che in merito ha presentato oggi una apposita proposta di legge.

L’obbiettivo principale è la valorizzazione dei piccoli comuni in modo da arginare il loro spopolamento. Ma anche per sostenerne l’economia, i servizi essenziali, incentivare il turismo e diminuire la burocrazia nei rapporti con altri enti locali.

“La proposta – spiega De Caprio – è stata protocollata alcune settimane fa e viene presentata ora che è momentaneamente superata la fase critica legata alla zona rossa.

Giunge al termine di otto mesi di intenso lavoro, durante i quali messo a frutto la mia esperienza di sindaco di Orsomarso che mi ha dato una conoscenza concreta delle reali problematiche dei piccoli comuni, ovvero quelli con popolazione fino a 5.000 abitanti, che sono poi l’80% del totale in Calabria.

Enti locali e intere comunità troppo spesso dimenticate che a volte faticano a ottenere pari diritti e trattamenti di centri più popolosi.

Qui dove la Banda larga non arrival’ufficio postale chiude, dove serve uno scuolabus per portare i bimbi in classe, dove nessuno più apre un negozietto o una bottega artigiana perché le tasse superano gli introiti.

Qui – sostiene De Caprio – più che altrove deve sentirsi forte la vicinanza della Regione e con atti concreti

Come uno stanziamento per le tre annualità 2021-2023 da ripartire sui circa 320 comuni.

“L’iter – spiega De Caprio – non è concluso. Era mia ferma intenzione partire da questa stesura per avviare una serie di incontri con cittadini, amministratori, associazioni, categorie coinvolte, al fine di migliorare quanto più possibile il progetto.

Purtroppo è accaduto ciò che tutti sappiamo. Ma guardiamo avanti con rinnovato spirito, nella certezza di avere svolto un lavoro importante per tutte le comunità calabresi, specie quelle residenti nei piccoli centri, troppe volte abbandonate. 

Era ed è arrivato il momento di dar loro delle risposte. Ancora una volta – conclude De Caprio – con i fatti e non con le parole”.

La proposta di legge regionale è consultabile sul sito Antoniodecaprio.it e sarà aperta a tutti coloro che vorranno far pervenire un proprio contributo di idee tramite l’email piccolicomunicalabria.decaprio@gmail.com.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Scalea, posticipato il servizio per la mensa nella scuola primaria

Gli alunni torneranno in refettorio lunedì 7 febbraio 2022 a differenza di quanto deciso per …