Home / IN PRIMO PIANO / Cedro di Calabria, il consorzio ripresenterà istanza per la Dop

Cedro di Calabria, il consorzio ripresenterà istanza per la Dop


Terminati gli studi di tracciabilità si farà un nuovo tentativo per ottenere la Denominazione di origine protetta.

green multiservice disinfezione

Il Consorzio del Cedro di Calabria ha riavviato l’iter per la registrazione del marchio Dop.

Lo rende noto il presidente Angelo Adduci.

Dopo che il primo tentativo era andato a vuoto, il procedimento è stato dunque reiterato con la presentazione di studi sulla tracciabilità del prodotto.

Le ricerche sono state condotte dal Laboratorio Quasiora del dipartimento di Chimica e tecnologie chimiche dell’Unical e dall’Istituto di Scienze delle produzioni alimentari di Bari.

La registrazione sarà un marcatore di identità per l’intera Calabria – ha detto Adduci – e permetterà ai coltivatori di offrire sul mercato una produzione dalle caratteristiche uniche e di segnalare al consumatore l’origine associata a delle specifiche modalità di produzione.

Favorirà inoltre l’aumento e la differenziazione dei prodotti sul mercato e l’equilibrio tra la domanda e l’offerta, rafforzando la capacità contrattuale dei piccoli produttori di prodotti tipici di alta qualità”.

La richiesta per la Denominazione di origine protetta è stata presentata di recente alla Cittadella regionale.

Erano presenti Gianluca Gallo, assessore regionale alle Politiche agricole e sviluppo agroalimentare e il dirigente del dipartimento Giacomo Giovinazzo.

Presenti anche il consigliere espressione del territorio, Antonio De Caprio e l’agronomo Giuseppe Perri.

Un nuovo tentativo di rilancio dell’immagine del cedro, dunque, dopo i recenti problemi vissuti in particolare dal presidente.

Infopinione è gratis e lo sarà sempre. Da lettore puoi contribuire alla sua esistenza. Clicca sul pulsante donazione che trovi qui sotto.



.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, scassinano portone Chiesa e rubano le offerte

Bottino di poche centinaia di euro a danno della chiesa San Nicola di Platea, nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright