Home / IN PRIMO PIANO / Maratea e turismo, ecco il nuovo Hotel Santavenere

Maratea e turismo, ecco il nuovo Hotel Santavenere


Presentata la nuova proprietà che avvierà una ristrutturazione triennale ma garantirà l’apertura estiva.


Un nuovo corso per il glorioso Hotel Santavenere di Maratea.

Si è svolta oggi una conferenza stampa per spiegare come da qui possa ripartire l’intero settore del turismo locale e la valorizzazione del territorio lucano.

Erano presenti con il sindaco Daniele Stoppelli, Paolo Barletta, Ad di Arsenale Spa, e Aldo Melpignano, managing director del gruppo Sd Hotels.

“Nel corso dell’estate scorsa – si legge in un comunicato – è stato finalizzato l’accordo per la gestione e acquisizione dell’iconico Santavenere di Maratea da parte di Arsenale Spa.

La società è nata dalla partnership tra Paolo Barletta e Nicola Bulgari, che ha scelto come partner per la gestione la famiglia Melpignano, già proprietari e gestori di Borgo Egnazia in Puglia, uno dei luoghi più conosciuti dell’ospitalità in Italia.

Il Santavenere sarà oggetto di un’importante ristrutturazione che innalzerà il livello dell’hotel e dei suoi servizi per rientrare all’interno dei circuiti del lusso mondiale.

Un nuovo lustro definirà quindi la struttura, già celebre ritrovo del mondo del cinema e dell’imprenditoria internazionale, che saprà cogliere anche le nuove opportunità del settore business e del Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions (Mice).

Il processo degli interventi di ristrutturazione, che durerà in totale tre anni, verrà programmato affinché la struttura possa sempre rimanere aperta nei mesi estivi e non penalizzare l’offerta turistica e il territorio.

Ed è proprio in questa direzione che Arsenale, insieme alle amministrazioni comunale e regionale, sta lavorando per far sì che l’hotel resti aperto dieci mesi su dodici, senza nessun arresto stagionale.

Il rilancio della struttura – prosegue la nota – rappresenta una grande opportunità soprattutto per l’intero sistema turistico locale: con il nuovo Santavenere ne beneficerà l’intero territorio, saranno creati nuovi posti di lavoro e valorizzata la scuola di alta formazione professionale alberghiera, che sarà in grado di riportare in Italia molte di quelle figure professionali emigrate fuori dalla regione o addirittura all’estero.

Grande attenzione sarà posta a tutte le attività complementari ed esperienziali che offre la Basilicata: il Parco del Pollino, le montagne e il mare sono luoghi ricchi di opportunità per un turismo sostenibile e dinamico, che potrà così vivere non solo in estate, ma almeno dieci mesi l’anno”.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

In quest’ottica, il sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli, ha dichiarato: “Lo sviluppo turistico rappresenta ormai l’opzione strategica a cui devono mirare la civica amministrazione, le forze politiche ed economiche, le organizzazioni sociali.

Si rende necessario, un profondo cambiamento di mentalità, di cultura politica e di cultura imprenditoriale.

Al momento, per superare la grave crisi legata alla pandemia i cui effetti hanno sconvolto l’economia mondiale – continua il sindaco di Maratea – c’è bisogno di strategie di programmazione.

Queste, devono valorizzare le bellezze naturali, la mitezza del clima, la ricchezza delle testimonianze storiche ed archeologiche, l’ospitalità della popolazione e la qualità della formazione nel settore turistico alberghiero.

Nonché la capacità di attrazione turistica del territorio e della sua forza organizzativa.

Dobbiamo considerare punto di forza l’aver preservato le bellezze naturali, tutelato l’ambiente e valorizzato il patrimonio culturale, dobbiamo puntare all’ammodernamento del sistema produttivo e alla qualificazione delle figure professionali interessate.

Diamo il benvenuto a Maratea alla società Arsenale Spa rappresentata da Paolo Barletta ed auspichiamo, partendo dal Santavenere Hotel, ideato e realizzato dal Conte Rivetti, di poter riqualificare l’offerta turistica con obiettivi comuni tra pubblico e privato, che adeguino il territorio agli standard di confort richiesti da un mercato sempre più esigente e diano la possibilità di fruire appieno di Maratea.

Bisogna creare i presupposti affinché gli imprenditori turistici, possano ancor di più impegnarsi per contribuire al miglioramento del contesto territoriale e professionale, e per il quale per le loro stesse aziende, potrebbero derivare benefici economici diretti ed indiretti”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Polizze online: ecco le migliori assicurazioni sulla casa del momento

Garantire la salvaguardia dell’ambiente domestico è fondamentale per beneficiare della massima sicurezza e assicurare il …