Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Ristora Calabria, 1,6 Mln per cinema e teatri

Ristora Calabria, 1,6 Mln per cinema e teatri


In preinformazione l’avviso per Pmi e microimprese. Aiuti anche a discoteche, bar scolastici e alle attività dentro gli aeroporti.


Aiuti economici per cinema, discoteche, teatri, bar degli istituti scolastici superiori e attività commerciali ubicate negli aeroporti.

La Regione Calabria ha pubblicato in preinformazione l’avviso finalizzato al sostegno alla liquidità di Pmi e microimprese che hanno subìto gli effetti delle misure di contenimento adottate dal Governo a causa dell’emergenza covid-19.

L’avviso

L’avviso, con una dotazione finanziaria di oltre 1,6 milioni di euro, prevede la concessione di un contributo una tantum.

L’intensità dell’aiuto è, per ciascuna impresa richiedente, pari a: 10mila euro per discoteche, cinema e teatri (attività prevalente indicata con codice Ateco primario su InfoCamere).

5mila euro per le attività economiche ubicate negli edifici e a servizio delle scuole secondarie di secondo grado.

5mila euro per le attività economiche ubicate e operanti nell’ambito delle stazioni aeroportuali calabresi.

I soggetti richiedenti devono avere un fabbisogno di liquidità, determinatosi per effetto dell’emergenza Covid-19, pari a un calo del fatturato medio mensile per l’anno 2020 che sia uguale o superiore al 33% del fatturato medio mensile dell’esercizio 2019.

Le domande

Le domande, compilate secondo il modulo di domanda allegato all’avviso, unitamente alla documentazione richiesta, devono essere inviate utilizzando la piattaforma informatica dedicata e secondo la tempistica e le modalità tecniche che saranno rese note.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Meteo allerta rossa sul Tirreno cosentino, scuole chiuse: ecco dove

Previsioni: piogge diffuse e temporali per sabato 27 novembre 2021. I sindaci corrono aI riparI …