Home / IN PRIMO PIANO / Paola, conti del Comune: “Nessun tentennamento”

Paola, conti del Comune: “Nessun tentennamento”


In una nota l’amministrazione comunale chiarisce la gestione dei soldi pubblici nel post-dissesto e nell’era Covid.

lido azzurro calabria santa maria cedro mare

Nessun tentennamento nella gestione degli 8,5 milioni di euro derivanti dalla chiusura del dissesto“.

La precisazione è dell’amministrazione comunale di Paola nell’intento di mettere in chiaro quanto fatto da esecutivo e uffici preposti nella fase post-dissesto.

“Ad oggi – si legge in una nota – è molto avanzata la fase relativa ai 2,1 milioni di euro accantonati dall’Organo straordinario di liquidazione, per pagare i creditori che non avevano accettato le proposte transattive  avanzate, in prima istanza, dai commissari liquidatori.

Si precisa che sono stati emessi mandati di pagamento per 626.184,94 euro e sono in attesa di essere liquidate ulteriori posizioni per 327.668,59 euro, mentre la differenza pari a 1.054.570,99 euro è in lavorazione presso gli uffici dell’ente.

In questa fase si è seguito pedissequamente l’indirizzo che l’Esecutivo ha fornito con deliberazione di giunta comunale numero 229 del dicembre 2019″.

Ora bisogna risolvere la questione complessa circa ulteriori 6,4 milioni di euro.

“Si tratta – spiega l’amministrazione comunale di Paola – di somme che si sarebbero dovute restituire al Ministero, diminuendo il debito contratto per il dissesto.

Tuttavia, con deliberazione di giunta il comune ha chiesto di poterle trattenere per due finalità: chiudere i debiti del dissesto ed, eventualmente, utilizzarle per debiti contratti dall’Ente successivamente al periodo di gestione del dissesto.

Il Ministero ha autorizzato il trattenimento delle somme precisando, in seconda battuta, che si sarebbero potute utilizzare solo per i debiti collegati al periodo del dissesto”.

Esclusa quindi la possibilità di utilizzarli per i debiti contratti nel post-dissesto.

Su questi 6,4 milioni di euro il governo cittadino predica prudenza e, data la necessità di nuove istruttorie per gestirli, si riserva la possibilità di ulteriori misure organizzative per velocizzare le operazioni.

L’amministrazione poi chiarisce anche sullo stato di anticipazioni di liquidità approvate in base alle norme in materia di emergenza Covid-19

“Gli uffici – ancora l’amministrazione paolana – hanno emesso mandati per 4 milioni e 300 mila euro circa, a fronte di 4 milioni e 900 mila concessi.

Le uniche posizioni debitorie non pagate, sono quelle per cui sussistono problemi fiscali o contenziosi pendenti”.

Gli ultimi chiarimenti sono poi destinati a maggiori trasferimenti ottenuti per il 2020 che sono “somme destinate a coprire il minor gettito tributario dovuto alla pandemia e a spese sanitarie”.

E, infine, sul Bilancio di previsione 2020 che “a differenza del 2018 e del 2019 – dice l’amministrazione -, è stato chiuso in pareggio diminuendo la previsione di entrata relativa ad accertamenti Imu anni pregressi, voce di entrata considerata di difficile esazione anche da parte degli organi di controllo.

Quindi un Bilancio con tagli alle spese e minori previsioni di entrata, al netto dei trasferimenti Covid”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

vaccini maratea as potenza

In provincia di Potenza vaccinati tutti gli Over 80, primi in Italia

Somministrate oggi a Maratea le ultime delle 50000 dosi per questa categoria. La soddisfazione dell’azienda …

error: Materiale protetto da copyright