Home / Senza categoria / Come scegliere correttamente i propri investimenti online nel 2021

Come scegliere correttamente i propri investimenti online nel 2021


Il mercato finanziario continua ad attirare sempre più persone, e nonostante la crisi finanziaria che ha investito i principali Stock Exchange del mondo, questo tipo di piattaforme stanno vivendo un periodo d’oro.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Ciò è dovuto paradossalmente proprio al fatto che le persone, costrette a stare a casa dalla pandemia (che è causa della crisi stessa), sono state attirate dalla possibilità di investire comodamente da un dispositivo collegato a una piattaforma di trading online.

Non tutti però hanno chiaro di cosa si tratti quando parliamo di trading e broker online, e si finisce sovente in siti dalla dubbia validità informativa. Per chi fosse interessato ad approfondire la questione, meglio rivolgersi solo a portali specializzati come Mercati24 (clicca qui per visitare Mercati24).

Ma su chi puntare prima di cominciare a investire, e quali sono le migliori metodologie d’investimento in voga oggi? Scopriamolo insieme.

Come investire online con un broker

Per cominciare a investire online nei mercati finanziari avrete bisogno dei servizi di un broker, una figura intermediaria i cui guadagni si basano sulla quantità di persone registrate alla loro piattaforma. Qui è possibile investire liberamente su una moltitudine di asset che troviamo in Borsa.

In fase di selezione di un broker però ci sono dei criteri a cui attenerci scrupolosamente onde evitare di incappare in brutte sorprese come truffe e servizi di brokeraggio dalla dubbia legalità. Ragion per cui, la prima cosa di cui assicurarsi è che il proprio intermediario sia autorizzato legalmente ad offrire i suoi servigi.

Questo significa che il broker in questione deve seguire delle linee guida fornite dalle autorità competenti in ambito finanziario nel territorio in cui sta offrendo il suo servizio, ed essere in possesso delle licenze utili a comprovarne l’affidabilità.

Nella specificità italiana, sarà utile controllare che il broker da noi selezionato sia in possesso di:

  • Autorizzazione CONSOB: fornita dalla Commissione nazionale per le società e la Borsa, è utile a poter erogare un servizio di brokeraggio online in Italia.
  • Licenza CySEC: fornita dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Επιτροπή Κεφαλαιαγοράς), questo ente cipriota è utile a poter erogare un servizio di brokeraggio online non solo in Italia, ma in tutta l’Unione Europea.

Allo stesso modo esistono diverse autorizzazioni simili che permettono a un broker di erogare i suoi servizi anche in paesi extra-europei come nel caso delle licenze FCA britannica e ASIC australiana.

Tipi di investimento da selezionare

Una volta che avremo deciso di aprire un account di trading con un broker online autorizzato, avremo finalmente accesso a una piattaforma per il trading online. A prescindere però dal tipo di trading platform utilizzata, su di esse la maggior parte degli investimenti vengono eseguiti tramite due modalità specifiche:

  • Trading in modalità DMA: usando questa opzione saremo in grado di entrare direttamente nel mercato (non a caso DMA sta per “Direct Market Access”) e investire in azioni pure in una società quotata in Borsa. Ciò ci renderà automaticamente azionisti della compagnia e i nostri guadagni saranno direttamente proporzionali all’andamento positivo di quest’ultima sui mercati finanziari.
  • Trading in CFD: decidendo di investire nei cosiddetti “Contratti per differenza” si provvederà ad utilizzare degli strumenti finanziari derivati. Con questi sarà possibile speculare finanziariamente sulle oscillazioni che i titoli quotati subiscono nei mercati finanziari, piuttosto che diventare direttamente azionisti di una data società.

Anche se soggetta a forti fenomeni di volatilità di mercato, i CFD sono i prodotti finanziari derivati maggiormente utilizzati sulle piattaforme per il trading online oggi. Ciò è dovuto per lo più alla loro elasticità, la quale permette di investire non solo su azioni in prospettiva di un andamento positivo del titolo che abbiamo adocchiato, ma anche su un eventuale ribasso grazie alla vendita allo scoperto.

In ultima istanza però va sempre ricordato che questo tipo di investimenti portano sempre dei rischi, spesso imprevedibili, da tenere sempre in conto prima di utilizzare i propri risparmi in questo tipo di operazioni.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

In Calabria è stata prodotta una grappa allo Zibibbo

Nata grazie allo sforzo produttivo e imprenditoriale di Cantine Benvenuto con sede a Francavilla Angitola.