Home / COMUNI / BELVEDERE / Massoneria sul Tirreno cosentino: Francesco Arcuri non risponde

Massoneria sul Tirreno cosentino: Francesco Arcuri non risponde


Uno dei principali indagati per associazione segreta e per delinquere in silenzio durante l’interrogatorio dei carabinieri.


Francesco Arcuri si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande dei carabinieri di Scalea.

Oggi pomeriggio si è presentato in caserma per essere sentito circa i presunti reati per i quali è indagato dalla procura di Paola. Ma ha scelto il silenzio su suggerimento dell’avvocato che lo assiste, Francesco Liserre.

Il professionista 53enne e residente a Diamante, è accusato di associazione a delinquere, violazione della Legge Anselmi sulle organizzazioni vietate dalla Costituzione e turbativa d’asta.

“Questa strategia difensiva – riferisce Liserre – si è resa assolutamente necessaria non potendo avere, allo stato, contezza alcuna dell’articolato e complesso compendio investigativo riferito alle provvisorie imputazioni, ancora coperte dal segreto investigativo“.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Meteo allerta rossa sul Tirreno cosentino, scuole chiuse: ecco dove

Previsioni: piogge diffuse e temporali per sabato 27 novembre 2021. I sindaci corrono aI riparI …