Home / IN PRIMO PIANO / Unione associazioni Riviera dei Cedri contenta per le nuove linee ferroviarie

Unione associazioni Riviera dei Cedri contenta per le nuove linee ferroviarie


Progetti di Rfi sul territorio. Praia a Mare ruolo cardine. Si valutano risvolti positivi per pendolarità, turismo e trasporto merci.


Nuove linee ferroviarie sono in progetto e alcune di esse interesseranno il territorio della Riviera dei Cedri, collegandola con altre aree calabresi, lucane e campane.

Una novità accolta con entusiasmo dall’Unione delle associazioni della Riviera dei Cedri.

Queste nuove linee sono nei programmi di Rete ferroviaria italiana, la società del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane che si occupa della gestione dell’infrastruttura ferroviaria.

Rfi, lo scorso 3 febbraio, ha presentato alla commissione Trasporti della Camera dei Deputati, i prossimi interventi tra cui: nuove linee alta velocità fra Salerno e Reggio Calabria attraverso 3 lotti: Salerno-Battipaglia, Battipaglia-Praia a Mare e il raddoppio della galleria Santomarco fra Paola e Cosenza.

“Questa opera – ha detto il presidente del Consorzio operatori turistici Diamante e Riviera dei Cedri, Gianfranco Pascale – è importante che vada di pari passo con l’ammodernamento della ferrovia esistente”.

Per il presidente Unpli Cosenza Antonello Grosso La Valle “trasporti e turismo sono due facce della stessa medaglia. Sarà quindi indispensabile il coinvolgimento di enti pubblici e privati”.

In conclusione Armando Forte, membro del consiglio direttivo dell’Accademia internazionale del Cedro ha rimarcato il fatto che “le nuove infrastrutture potranno favorire anche la diffusione dei prodotti agroalimentari”.

Altri dettagli: una linea Alta Velocità-Alta Capacità di 127 chilometri dovrebbe unire Battipaglia a Praia a Mare, il raddoppio della galleria Santomarco a Paola sarà finanziata con fondi del Ricovery plan e all’altezza di Scalea è prevista una deviazione verso lo Ionio fino a Tarsia.

Secondo Assoriviera il beneficio principale è che “il risparmio di tempo previsto sarebbe mediamente di 45 minuti. Ad esempio potrebbero bastare 2 ore da Roma alla Riviera dei cedri.

La scelta di Praia a Mare per l’interconnessione – conclude l’Unione delle associazioni – appare la più logica per la posizione centrale, che dunque riuscirebbe ad avere il maggior bacino di utenza”.


About Pierina Ferraguto

Giornalista pubblicista dal 2013. Laureata in Filosofia e scienze della comunicazione e della conoscenza all'Università della Calabria. Dal 2006 al 2008 lavora come stagista nella redazione di Legnano de Il Giorno. In Calabria lavora con testate regionali di carta stampata e televisive.

Check Also

De Caprio ribatte ai politici cilentani sulle nuove tratte ferroviare Rfi

“Accuse infondate, la mobilità va garantita anche ai cittadini calabresi e siciliani”, ha detto il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright