Home / CRONACA / Maratea, lavorava in nero e percepiva il Reddito di cittadinanza

Maratea, lavorava in nero e percepiva il Reddito di cittadinanza


Scoperto in un cantiere edile dalla guardia di finanza. Un altro lavoratore irregolare aveva chiesto la Naspi. Multato il datore di lavoro.

green multiservice disinfezione

Lavorava come muratore in nero, ma percepiva il Reddito di cittadinanza.

Un uomo di Maratea è stato sorpreso dalla guardia di finanza in un cantiere edile.

Dagli accertamenti svolti, oltre alla posizione lavorativa irregolare, è emerso che percepiva il sussidio sotto forma di assegno mensile di 657 euro già da novembre 2020.

L’uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di percezione indebita del Reddito di cittadinanza che è punito anche con la reclusione da 1 a 3 anni.

Inoltre, la sua posizione è stata segnalata all’Inps per la revoca immediata del beneficio.

Sempre durante lo stesso controllo al cantiere, un altro uomo è stato sorpreso a lavorare in nero.

Quest’ultimo – hanno scoperto i finanzieri – aveva invece avviato la richiesta per la Naspi, altra forma di indennità mensile di disoccupazione.

Il datore di lavoro è stato multato. Nel suo caso, la sanzione può arrivare fino a un massi di 27.720 euro, comprensive della maxi-sanzione prevista nel caso di impiego irregolare di lavoratori percettori del reddito di cittadinanza e la conseguente segnalazione agli uffici competenti.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Infopinione è gratis e lo sarà sempre. Da lettore puoi contribuire alla sua esistenza. CLICCA QUI o sul pulsante donazione che trovi qui sotto.



.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

daniele stoppelli sindaco maratea

Stoppelli a Leone: “La Zona Rossa non è colpa di Maratea”

Dura replica del sindaco dopo le parole dell’assessore alla Sanità lucana che ha posto i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright