Home / IN PRIMO PIANO / Ospedale di Trebisacce, il commissario Urbani atteso in città

Ospedale di Trebisacce, il commissario Urbani atteso in città


Verso la sofferta riapertura della struttura sanitaria è prevista la definizione dei primissimi passaggi operativi.


Una visita del commissario Andrea Urbani all’ospedale Chidichimo di Trebisacce è in programma nei prossimi giorni per definire i prossimi passaggi operativi necessari alla riapertura della struttura.

Lo rende noto il sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, che attraverso l’ufficio stampa dell’ente prosegue nell’attività di informazione per i cittadini sull’evoluzione delle sorti della struttura sanitaria.

Questa – lo ricordiamo – recentemente ha incassato una positiva sentenza del Consiglio di Stato, l’ennesima, che ha appunto disposto il ripristino strutturale, il reperimento del personale e delle risorse
finanziarie per riaprire l’ospedale.

Lo steso Mundo ha fatto diffondere un comunicato congiunto con il sindaco di Praia a Mare, Antonio Praticò, nel quale viene ricordato che per l’ospedale di Praia a Mare “il commissario ad acta Sciabica ha già emanato il provvedimento ad acta sostitutivo”.

Infopinione è gratis e lo sarà sempre. Da lettore puoi contribuire alla sua esistenza. CLICCA QUI o sul pulsante donazione che trovi qui sotto.



.

L’ospedale Chidichimo di Trebisacce

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

I due primi cittadini, accomunati dalla battaglia per le rispettive strutture sanitarie, sono intervenuti oggi sul clamore suscitato da un recente decreto del commissario della sanità calabrese, Guido Longo, che indicava i due ospedali come case della salute.

In merito – lo ricordiamo – già ieri in tarda serata lo stesso Longo ha emanato un decreto di rettifica.

Ecco cosa hanno detto i sindaci Mundo e Praticò: “In riferimento al Dca in oggetto e a seguito della nota del 19.2.2021 del sindaco di Trebisacce, si
chiede con urgenza una immediata e giusta rettifica del Dca n° 31 del 18.2.2021, con specifico riferimento alla pagina 33 e connesse, dove vengono riportati come Casa della salute gli ospedali di Trebisacce e di Praia a Mare.

Ci auguriamo che sia il frutto di un refuso derivante dai precedenti Dca in quanto, sia il Dca 64/2016 che le rispettive sentenze del Consiglio di Stato, hanno annullato il Dpagr n° 18/2010 nella parte in cui prevedeva la chiusura degli ospedali di Trebisacce e Praia a Mare.

Si fa presente – hanno aggiunto i due sindaci – che Trebisacce con il Dca 64/2016 è già inserito nella rete ospedaliera, così come Praia a Mare. Si riserva di impugnare detto provvedimento davanti al Tar, nel caso in cui non si trattasse di errore”.

E ancora: “Va ribadito nuovamente – si legge nel comunicato – che se non si fosse trattato di errore in alcun caso le linee guida di cui al DCA del 18.02.21 possono influire o ostacolare l’attuazione delle sentenze sul giudicato del Consiglio di Stato.

Infine per evitare strumentalizzazioni politiche è opportuno evidenziare che in questi anni abbiamo agito e lavorato nella più totale e assoluta solitudine, conseguendo tutti i risultati finora acquisiti da soli”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

daniele stoppelli sindaco maratea

Stoppelli a Leone: “La Zona Rossa non è colpa di Maratea”

Dura replica del sindaco dopo le parole dell’assessore alla Sanità lucana che ha posto i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright