Home / CRONACA / Falsi titoli nell’istruzione: arrestate 10 persone

Falsi titoli nell’istruzione: arrestate 10 persone


Le manette sono scattate in Calabria e a Napoli. Producevano falsi titoli per aspiranti insegnanti e personale amministrativo nelle scuole.


8 persone sono finite in carcere e 2 ai domiciliari nell’operazione Diacono contro un giro di falsi titoli di studio e attestati per assunzioni nelle scuole.

Gli arresti sono avvenuti nelle province di Vibo Valentia, Cosenza, Catanzaro, Reggio Calabria e Napoli.

Gli indagati sono accusati in concorso, a vario titolo, di associazione a delinquere, corruzione, falso in atti destinati all’autorità giudiziaria, falso in atto pubblico, abuso d’ufficio e autoriciclaggio.

Le indagini hanno ruotato attorno all’istituto Accademia Fidia, nel Comune di Stafananconi, e hanno riguardato il cosiddetto circuito di Alta formazione artistica e musicale (Afam).

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Gli investigatori hanno ricostruito una rete di istituti formativi, paritari e artistico-musicali, che ha illecitamente prodotto titoli di studio e attestati con i quali i destinatari partecipavano a concorsi per l’assunzione di personale docente e di assistente tecnico amministrativo (Ata).

Per farlo, il gruppo corrompeva un alto funzionario del Ministero per l’Istruzione, l’università e la ricerca con compiti di ispezione e controllo sugli istituti accreditati allo stesso Miur.

Gli investigatori hanno inoltre scoperto false assunzioni presso l’accademia e fatto luce su un altro episodio di corruzione per l’ottenimento di un importante incarico istituzionale nell’ambito del Ministero per una dirigente dell’ufficio Scolastico regionale della Calabria.

Nell’operazione sono state sequestrate con decreto d’urgenza 19 società, operanti nel settore dell’istruzione, per un valore di circa 7 milioni di euro.

L’indagine è stata avviata il 2 luglio 2020, a seguito del ritrovamento di un arsenale di armi da guerra e clandestinee una ingente somma di denaro presso l’abitazione di Davide Pietro Licata, contigua all’Istituto Accademia Fidia, gestito dalla famiglia Licata.

Gli arresti dell’operazione Diacono sono stati effettuati dal nucleo investigativo dei carabinieri di Vibo Valentia con l’ausilio dei reparti territoriali e il supporto aereo fornito dall’8° Nucleo elicotteri.

Eseguita una ordinanza di misura cautelare emessa dal Gip del tribunale di Vibo Valentia su richiesta della locale procura.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Giro d’Italia 2022 in Rivera dei Cedri, il comitato di tappa di Diamante sui sopralluoghi odierni

Visitata la location della partenza della tappa che il 13 maggio 2022 partirà dalla Città …