Home / IN PRIMO PIANO / I Verdi e la “Questione Maratea”: deve occuparsene il governatore Bardi

I Verdi e la “Questione Maratea”: deve occuparsene il governatore Bardi


Il portavoce locale Manuel Chiappetta chiede che i recenti fatti attorno al governo cittadino vengano discussi in Consiglio regionale.


Dei fatti di Maratea si occupi il Consiglio della Regione Basilicata.

Questa la richiesta avanzata con una lettera inviata al presidente della giunta lucana, Vito Bardi, dalla Federazione Verdi Maratea.

Come è noto, nei giorni scorsi si è consumato uno strappo in seno all’esecutivo marateoto, con la revoca degli assessorati ai consiglieri Francesca Crusco e Biagio Glosa e delle deleghe ad altri consiglieri.

La rottura in giunta è stata generata dalle frizioni tra gli appartenenti a Fratelli d’Italia e Forza Italia e ha prodotto l’ingresso in Giunta di un consigliere della minoranza.

Tutto questo ha generato la reazione dei Verdi Maratea, che ora vogliono “richiamare l’attenzione delle forze politiche di maggioranza
in seno al consiglio regionale della Basilicata, sulle pericolose dinamiche politico amministrative che si stanno consumando in seno al Consiglio Comunale di Maratea.

Siamo convinti – afferma il portavoce dei Verdi, Manuel Chiappetta – che a occuparsi della questione debba essere tutta la politica regionale e in particolare chiediamo di inserire un ordine del giorno in seno al prossimo consiglio.

Il tutto – aggiunge – parallelamente a quanto di competenza delle autorità giudiziarie che indagano sullo spiacevole episodio avvenuto tra il sindaco e l’assessore Francesca Crusco”.

Il riferimento è a una presunta colluttazione tra il sindaco di Maratea, Daniele Stoppelli, e l’ex assessore Crusco avvenuto in municipio lo scorso 5 marzo.

“È opportuno – prosegue Chiappetta – che si prenda coscienza, da parte di tutti i gruppi politici coinvolti, che la comunità marateota non può scontrarsi con le dinamiche che contrappongono in particolare Fratelli D’Italia, Forza Italia e Lega di Basilicata.

Siamo convinti che a guidare la mano del sindaco che ha revocato le deleghe a Crusco, Glosa e al consigliere Limongi, tutti membri del gruppo consigliare di Forza Italia, sia stata una questione che rispecchia la penosa gestione dell’equilibrio partitico in seno al consiglio regionale.

La comunità di Maratea è sfiancata da queste azioni che hanno costretto all’immobilismo totale la gestione della cosa pubblica e, ancor più grave, al totale disinteresse nel campo della progettazione dello sviluppo territoriale sul quale tutta la politica regionale è impegnata.

Le posizioni che pian piano stanno venendo fuori dai comunicati politici locali ed extra locali rivelano a tutta l’opinione pubblica che nelle stanze del Comune di Maratea si sono consumati pericolosi momenti di spartizione di interessi privati e i rappresentati dei partiti regionali non possono nascondere il fatto che a guidare queste pericolose dinamiche erano impegnati i loro diretti rappresentanti territoriali.

Infine l’aver nominato un nuovo assessore reperito dalle fila della minoranza, che incredula non riesce a darsi una spiegazione sulla questione, ci sembra un atto mirato alla sopravvivenza politica di una compagine che ormai è decimata e non più rappresentante del volere popolare.

Chiediamo a lei presidente Bardi, che è garante della corretta gestione politica dei territori della Basilicata, di interessarsi alla questione Maratea, perché è ormai chiaro che i nostri rappresentanti politici locali hanno perso qualsiasi rotta, pressati da un potere sopraordinato di gerarchie partitiche
disinteressate dei danni che si stanno provocando alla Perla del Tirreno”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Castrovillari, arrestato il rapinatore degli ortofrutta [VIDEO]

Incastrato dalle immagini di videosorveglianza. 32enne del posto ritenuto autore di due colpi in altrettanti …