Home / CRONACA / ‘Ndrangheta catturato il latitante Ciccio Pakistan

‘Ndrangheta catturato il latitante Ciccio Pakistan


Francesco Pelle fermato a Lisbona. Era nella lista dei latitanti più pericolosi e condannato all’ergastolo per l’omicidio di Maria Strangio.


Oggi a Lisbona, personale dell’unità nazionale antiterrorismo della policia judiciaria portoghese ha arrestato Francesco Pelle.

L’uomo, conosciuto come Ciccio Pakistan, era considerato latitante di massima pericolosità inserito nel programma speciale di ricerca del Ministero dell’Interno.

Era stato condannato in via definitiva alla pena dell’ergastolo in quanto riconosciuto colpevole di omicidio aggravato dalle finalità mafiose in danno di Maria Strangio, classe 1973, maturato nella la cosiddetta “strage di Natale del 2006”, la cui risposta della consorteria avversaria fu la successiva strage di Duisburg del 2007.

Era latitante dal giugno 2019, allorquando, poco prima della sentenza della Corte di Cassazione che ne decretò la condanna definitiva, fece perdere le sue tracce.

Le attività di Polizia Giudiziaria hanno beneficiato dei canali di cooperazione internazionale attivati dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, che da tempo beneficiano dell’assistenza tecnica del progetto I-Can (Interpol Cooperation Against ‘Ndrangheta),

Overro una rete internazionale interforze a contrasto di una delle mafie più pericolose al mondo, la ‘ndrangheta.

I carabinieri del reparto operativo reggino, collaborato dai colleghi del gruppo di Locri e della compagnia di Bianco, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, Direzione distrettuale Antimafia, nelle persone del procuratore Giovanni Bombardieri, del procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo e del sostituto procuratore Alessandro Moffa, da tempo erano sulle tracce  del latitante ed in ultimo lo avevano localizzato proprio nella penisola iberica, dove è stato arrestato in una struttura ospedaliera lusitana.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM INFOPINIONE
E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

Infopinione è gratis e lo sarà sempre. Da lettore puoi contribuire alla sua esistenza. CLICCA QUI o sul pulsante donazione che trovi qui sotto.



.

green multiservice disinfezione

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Il caso Tortora, ecco perché ci sono ancora tanti positivi

Tempi mostruosi per l’esito dei tamponi e test persi per strada. Il sindaco Iorio intanto: …

error: Materiale protetto da copyright