Home / CRONACA / Ferragosto di fuoco a Diamante, condannati i responsabili

Ferragosto di fuoco a Diamante, condannati i responsabili

Obbligo di dimora, multe e risarcimento alle parti civili per i 3 cosentini che l’estate scorsa effettuarono un raid sul lungomare.


Sono stati condannati Cristian Ruffolo, Fabio Pezzulli e Cristian Mirabelli per l’aggressione perpetrata a Diamante nel Ferragosto del 2020.

I tre hanno ricevuto condanne alla reclusione che vanno dai 2 anni e 4 mesi a 1 anno e 6 mesi.

Ma anche multe, complessivamente, per circa 5mila 500 euro oltre al pagamento delle spese processuali e del risarcimento del danno per le parti civili.

Per tutti, è stata comunque disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Il processo con rito abbreviato si è tenuto al tribunale di Paola al cospetto del Gip Maria Grazia Elia che, nel giudizio, ha accolto le richieste del PM Teresa Valeria Grieco Grieco e dei legali delle parti civili.

La scorsa estate – lo ricordiamo -, gli imputati si erano resi protagonisti di una aggressione con armi bianche e da fuoco a danno di alcuni cittadini di Diamante, nei pressi di piazza XI febbraio e del lungomare.

In quella occasione un giovane diamantese, in particolare, ha avuto la peggio.

diamante rissa pistola ferragosto

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

I tre cosentini sono stati difesi dagli avvocati Luca Acciardi e Gianluca Garritano.

Nel procedimento penale si sono costituiti parte civile la persona offesa, assistita dall’avvocato Rosangela Manca, e il Comune di Diamante, avvocato Francesco Liserre.

“La costituzione del comune – ha commentato quest’ultimo -, voluta dal sindaco e dall’intera amministrazione comunale, rappresenta un importante segnale sociale, politico e giudiziario.

Il giudice ha infatti riconosciuto la piena legittimazione dell’ente a rivendicare la pretesa risarcitoria, connessa alla condotta delittuosa degli imputati e concretizzatasi nell’irrefutabile lesione dell’immagine e nel turbamento morale della locale comunità”.

Il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, ha ringraziato il legale per l’opera di difesa prestata a titolo gratuito.

“Liserre – ha detto il primo cittadino – ha saputo perfettamente interpretare le motivazioni che hanno pervaso la nostra costituzione di parte civile: non consentiremo a nessuno di minacciare e portare violenza nella nostra città.

Rivolgo altresì il mio plauso all’avvocato Rosangela Manca per quanto fatto per il nostro concittadino parte offesa nel processo”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

abbonamenti treno

Aumento abbonamenti treno, Occhiuto: “Rimborseremo, ma vi spiego cosa è successo”

Contratto capestro con Trenitalia firmato dalla Giunta Oliverio alla base dell’aumento degli abbonamenti del treno …