Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Covid-19, Calabria in Zona Rossa fino al 21 aprile

Covid-19, Calabria in Zona Rossa fino al 21 aprile


Ecco cosa si può fare e cosa è vitato dopo che la Regione ha recepito l’ultima ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza.


La Calabria sarà in Zona Rossa fino al 21 aprile 2021.

Il governo regionale ha così deciso a causa della “costante crescita del numero assoluto dei casi confermati, di un elevato tasso di positività e dell’incremento del numero di posti letto occupati in Area Medica e Terapia intensiva”.

Con la nuova ordinanza del presiente facente funzione, Nino Spirlì, viene recepita quella del ministro della Salute Roberto Speranza del 2 aprile.

Ovvero dell’applicazione per altri 15 giorni a partire dal 7 aprile delle misure restrittive già in vigore per il contenimento della epidemia di Covid-19.

Per conoscere nel dettaglio cosa è possibile fare e cosa non è possibile fare in Calabria Zona Rossa vi rimandiamo alle domande frequenti sulle misure adottate dal Governo.

Di seguito alcune regole precisate da un comunicato stampa della Regione in merito ad alcuni campi di maggiore interesse.

ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM INFOPINIONE
E RESTA SEMPRE AGGIORNATO

La scuola in Zona Rossa Calabria

Per effetto del regime di Zona Rossa Calabria, è prevista la didattica a distanza a partire dalla seconda media a salire.

Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Dalla scuola per l’infanzia e fino alla prima media le lezioni si svolgeranno invece con la didattica in presenza.

Spostamenti: stop alle visite

Sono vietati gli spostamenti “per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti quelli verso abitazioni private abitate, diverse dalla propria, non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute o per il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione”.

Con l’ordinanza calabrese, infine, si raccomanda a tutti i cittadini “di limitare al massimo le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo”.

Si ricorda inoltre “che è obbligatorio adottare comportamenti individuali rigorosi e rispettare le misure igienico-sanitarie predisposte relative a distanziamento e uso corretto delle mascherine”.

Altre disposizioni

La nuova ordinanza firmata dal governatore calabrese stabilisce inoltre che le precedenti misure che disponevano la Zona Rossa nei comuni di Acri (Cs), Oppido Mamertina (Rc) e Cirò Marina (Kr) vengono assorbite dal nuovo provvedimento.

È inoltre consentita “l’attività di toelettatura per animali da compagnia (codice Ateco 96.09.04), qualora effettuata in modalità delivery, con negozio chiuso al pubblico e prelievo e riconsegna dell’animale per appuntamento esclusivamente con modalità che non prevedano l’ingresso dei clienti presso i locali dell’esercizio e limitino all’essenziale i contatti tra gli addetti e i clienti”.

Infopinione è gratis e lo sarà sempre. Da lettore puoi contribuire alla sua esistenza. CLICCA QUI o sul pulsante donazione che trovi qui sotto.



.

green multiservice disinfezione

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Il caso Tortora, ecco perché ci sono ancora tanti positivi

Tempi mostruosi per l’esito dei tamponi e test persi per strada. Il sindaco Iorio intanto: …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Materiale protetto da copyright