Home / AMBIENTE NATURA CALABRIA BASILICATA / Paola e Sant’Agata di Esaro restituiscono la Tari ai cittadini

Paola e Sant’Agata di Esaro restituiscono la Tari ai cittadini


Agli utenti virtuosi nella raccolta rifiuti un credito da spendere presso le imprese del territorio. L’iniziativa incentiva la cura ambientale.


I comuni di Sant’Agata di Esaro e Paola hanno aderito al protocollo d’intesa con la società Remunero.

Quest’ultima garantisce un premio agli utenti in regola con la Tassa rifiuti nell’ambito del progetto Smart and Green Reward.

La premialità si traduce in un credito pari a quanto dovuto annualmente per la Tari, versato a tutti gli utenti, sia famiglie che imprese.

Basta rispettare tre parametri:

  • essere in regola con il pagamento della Tari
  • aver conferito correttamente i rifiuti e non aver ricevuto multe di carattere ambientale.
  • In più, per le aziende, è previsto uno sgravio fiscale immediato fino a un massimo del 30% dell’incasso.

Obiettivo finale è la restituzione al cittadino del 100% della Tari.

Gli utenti che avranno adottato un comportamento virtuoso nella raccolta dei rifiuti avranno quindi un credito da spendere presso le imprese del territorio.

L’equivalente del 100% della Tari verrà accreditato sulla Remunero Card, consegnata agli utenti in regola con il pagamento del tributo.

In questo modo si distribuisce ricchezza, si incentiva la cura ambientale e si abituano gli utenti a una migliore gestione della raccolta differenziata.

Si tratta di un accordo della durata di 5 anni che non comporta oneri per l’amministrazione comunale e rappresenta l’individuazione di un soggetto privato in grado di sviluppare il progetto “Smart and green reward” in condizioni di non esclusività.

Inoltre, l’adesione da parte dei contribuenti al circuito proposto da Remunero è volontaria e avviene nel pieno rispetto della privacy e dei dati personali.

COSA DEVONO FARE I CITTADINI E LE IMPRESE PER RICEVERE LA RESTITUZIONE DEL 100% DELLA TARI?

Per ogni utente che si registra sulla piattaforma di Remunero viene aperto dalla società stessa un conto corrente online e una carta per i pagamenti.

È prevista una commissione di transazione variabile dallo 0,5% al 3% dell’importo dovuto come Tari.

Il credito viene sbloccato trimestralmente sulla base del comportamento virtuoso degli utenti. L’importo può essere utilizzato solo all’interno del territorio comunale, per un massimale del 30% dell’acquisto effettuato, creando così un sistema di economia circolare.

“È un progetto – evidenzia il sindaco di Sant’Agata di Esaro, Mario Nocito – che consente di conciliare la salvaguardia delle risorse ambientali con il benessere economico e la qualità sociale.

Ma è anche un importante aiuto alla riscossione totale della Tari in maniera puntuale e con incidenza di insoluto prossima allo zero.

L’attenzione dell’amministrazione comunale è rivolta sempre ad iniziative innovative che – in questo momento difficile per tutti noi – rappresentano un incentivo per l’economia locale.”

“Siamo soddisfatti che i sindaci della provincia cosentina, come di altre province italiane, stiano aderendo con tanto entusiasmo al nostro progetto – commenta Federico Orlando, founder di Remunero -.

E dopo la Città di Paola, adesso anche Sant’Agata di Esaro, il bel comune calabrese affacciato su una rupe a picco sul fiume Esaro, abbia scelto di premiare i propri i cittadini e le imprese del territorio restituendo loro il 100% del tributo versato.”


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

riviera dei cedri fiume noce

San Sago, i Verdi Maratea: “Vogliamo vedere le carte”

Chiesto accesso agli atti del procedimento riguardante la Valutazione di incidenza fase di screening relativa …

error: Materiale protetto da copyright