Home / COMUNI / CETRARO / Frontiera, tutte le decisioni della Corte di Appello di Catanzaro

Frontiera, tutte le decisioni della Corte di Appello di Catanzaro


Ecco cosa ha disposto la seconda sezione penale in merito agli imputati che hanno fatto ricorso contro la sentenza del tribunale di Paola.


20 anni di carcere a Franco Muto per associazione mafiosa.

Questo il punto saliente della sentenza della Corte di Appello di Catanzaro nell’ambito del processo Frontiera, contro il clan Muto di Cetraro.

avvocati legali difensori toghe tribunale

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Ecco tutte le decisioni prese dalla corte di appello composta dal presidente Caterina Capitò e dai consiglieri Angelina Silvestri e Assunta Maiore.

“Visti gli artt. 592 e 605 c.p.p.

in riforma della sentenza del Tribunale di Paola, in composizione
collegiale, in data 4.7.2019, appellata dal P.M. presso la Procura della
Repubblica di Catanzaro e da ABBRUZZESE Antonio, BENCARDINO
Davide, BILOTTA Pierpaolo, BUFANIO Agostino, CAMPAGNA Vincenzo, CANDENTE Giuseppe, CAROPRESE Gino, CARROZZINI Luca, CARROZZINI Marco, CASALE Enzo, CHIANELLO Angelo, CHIAPPETTA Simone, CRUSCO Giuseppe, FAVARO Gaetano, FORESTIERO Pier Matteo, FULLIN Amedeo, GALLO Cono, GALLO Vito, IACOVO Agostino, IACOVO Emilio, MAGNELLI Alessandra, MANDALITI Antonio, MUTO Francesco, PIGNATARO Antonio, RICCI Andrea, RUSSO Simona Maria Assunta, TOMMASELLI Mariangela, TUFO Alexander, VALENTE Luigino:

ASSOLVE

BUFANIO Agostino, FORESTIERO Pier Matteo e MUTO Francesco dal
reato ascrito al capo 58) perché il fatto non è previsto dalla legge come reato; RICCI Andrea dal reato ascritto per non aver commesso il fatto;

DICHIARA

Non doversi procedere nei confronti di CHIANIELLO Angelo in ordine al reato ascritto al capo 4) perché estinto per intervenuta prescrizione.

DICHIARA

MUTO Francesco colpevole del reato di cui al capo 69) e lo condanna alla pena di anni 20 di reclusione.

Visti gli art. 417e.228ess. C. p.

APPLICA nei confronti di MUTO Francesco la misura di sicurezza della
libertà vigilata per la durata di anni tre
.

Visti gli artt. 240 e 240bis c.p.

DISPONE, in relazione al capo 69), la confisca dei beni e rapporti finanziari riconducibili a MUTO Francesco, meglio specificati al punto 1)
dell’ordinanza di convalida di sequestro preventivo di urgenza del 27.7.2016, con esclusione di quelli per i quali è già intervenuto provvedimento di dissequestro.

Ritenuto assorbito il reato di cui al capo 13) ascritto a Valente Luigino în quello di cui al capo 18);

Esclusa la recidiva contestata a Bilotta Pierpaolo e Iacovo Agostino;

RIDETERMINA la pena inflitta a:

BILOTTA Pierpaolo in anni 2 di reclusione ed € 3.300,00 di multa;

MAGNELLI Alessandra e RUSSO Simona Maria Assunta in anni 3 e mesi 9
di reclusione ed € 1000,00 di multa;

MANDALITI Antonio in anni 14 di reclusione;

VALENTE Luigino in anni 22, mesi 10 e giorni 10 di reclusione.

Visto l’art. 300, comma 4, e 532 cpp.

DICHIARA la perdita di efficacia della misura cautelare in atto applicata a
MUTO Francesco in relazione al capo 58) e ne dispone l’immediata
liberazione ove non detenuto per altro titolo o causa.

DICHIARA la perdita di efficacia della misura cautelare applicata a
FORESTIERO Pier Matteo, limitatamente al capo 58).

DICHIARA inammissibile l’appello del P.M. proposto con riferimento al
trattamento sanzionatorio.

REVOCA le statuizioni civili nei confronti di BUFANIO Agostino.

CONFERMA nel resto la sentenza impugnata.

CONDANNA ABBRUZZESE Antonio, BENCARDINO Davide, CAMPAGNA Vincenzo, CANDENTE Giuseppe, CAROPRESE Gino, CARROZZINI Luca, CARROZZINI Marco, CASALE Enzo, CHIAPPETTA Simone, CRUSCO Giuseppe, FAVARO Gaetano, FULLIN Amedeo, GALLO Cono, GALLO Vito, IACOVO Emilio, PIGNATARO Antonio, TOMMASELLI Mariangela, TUFO Alexander al pagamento delle ulteriori spese processuali.

Letti gli artt. 538 e ss. cpp,

CONDANNA IACOVO Emilio, GALLO Vito, VALENTE Luigino, GALLO Cono, CASALE Enzo, IACOVO Agostino, FAVARO Gaetano, CAMPAGNA Vincenzo, TUFO Alexander, CAROPRESE Gino, CRUSCO Giuseppe, MUTO Francesco, MANDALITI Antonio, FORESTIERO Pier Matteo, BENCARDINO Davide, PIGNATARO Antonio, CHIAPPETTA Simone, ABBRUZZESE Antonio, RUSSO Simona Maria. Assunta, MAGNELLI Alessandra, alla rifusione delle spese di costituzione sostenute dalle parti civili Regione Calabria, Provincia di Cosenza e Comune di Scalea, che liquida in € 2000,00 ciascuno, oltre accessori di legge.

CONDANNA IACOVO Emilio, MUTO Francesco, MANDALITI Antonio, FORESTIERO Pier Matteo, BENCARDINO Davide, PIGNATARO Antonio, CHIAPPETTA Simone, ABBRUZZESE Antonio, RUSSO Simona Maria Assunta, MAGNELLI Alessandra alla rifusione delle spese di costituzione sostenute dal Comune di Cetraro, che liquida in € 2000,00, oltre accessori di
legge.

CONDANNA IACOVO Emilio, MANDALITI Antonio, FORESTIERO Pier Matteo, BENCARDINO Davide, PIGNATARO Antonio, CHIAPPETTA Simone alla rifusione delle spese di costituzione sostenute dal Comune di Praia a Mare, che liquida in € 2000,00, oltre accessori di legge.

Visti gli artt. 304 comma 1 lettera c), 544 c.p.p.;

INDICA in giorni novanta il termine per il deposito della motivazione della
sentenza e SOSPENDE, per pari periodo, i termini di durata delle misure
cautelari in atto.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Re Nudo, conferma: alcune intercettazioni costituiranno prova nel processo

La decisione del giudice: due registri di intercettazioni telefoniche dichiarati ammissibili nel processo sui certificati …