Home / COMUNI / BELVEDERE / Belvedere Marittimo, si è dimesso l’assessore Vincenzo Cristofaro

Belvedere Marittimo, si è dimesso l’assessore Vincenzo Cristofaro


L’ex amministratore belvederese è indagato dalla Procura di Paola in un’inchiesta su gare e appalti truccati.


Vincenzo Cristofaro si è dimesso dalla carica di assessore della Giunta Cascini del Comune di Belvedere Marittimo.

Oggi, ha consegnato le deleghe all’Urbanistica e decoro urbano, Commercio, Agricoltura attribuitegli dal primo cittadino.

Vincenzo Cristofaro è indagato in una indagine della Procura della Repubblica di Paola su appalti e gare truccate in alcuni centri del Tirreno cosentino ad opera di una presunta loggia deviata.

Cristofaro risulta coinvolto nell’inchiesta nella sua veste di professionista, è ingegnere, e non come amministratore comunale. Tuttavia, alcuni bandi di gara finita nel mirino degli investigatori riguardano proprio il Comune di Belvedere Marittimo.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

La decisione di dimettersi è stata così commentata dal sindaco, Vincenzo Cascini.

“Ho preso atto della ponderata e difficile decisione di Cristofaro – ha spiegato -.

Ho valutato le motivazioni: la decisione assunta la considero come un atto di rispetto verso il proprio paese e verso questa amministrazione.

È chiaro – ha proseguito il sindaco – che l’indagine non ha nulla a che vedere con la sua attività politica che rimane di alto livello organizzativo e di fattività, ma si tratterebbe di atti compiuti nell’esercizio della sua attività professionale.

Nel sostenere in pieno l’attività della magistratura sono certo che Cristofaro sarà in grado di chiarire la sua posizione e di veder riabilitata la sua posizione”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

san sago consiglio tortora

San Sago, il Comune di Tortora fa pressione su Regione Basilicata e Calabria

A Potenza chiesto di rivedere le proprie decisioni in favore della Cogife. A Catanzaro che …

error: Materiale protetto da copyright