Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, l’amministrazione ha il “vizietto” dell’uso improprio di fondi Covid

Tortora, l’amministrazione ha il “vizietto” dell’uso improprio di fondi Covid


Matellicani e Fondacaro denunciano l’uso di somme legate all’emergenza sanitaria per acquistare 90 panchine.


L’amministrazione comunale di Tortora ha usato fondi Covid per acquistare panchine compiendo un “uso improprio” degli stessi, denunciano i consiglieri di minoranza Filippo Matellicani e Anna Fondacaro.

Il tutto “per una spesa complessiva di oltre 46 mila euro – dicono i due componenti del gruppo Scelgo Tortora -.

Un acquisto spropositato di materiale per arredo urbano usando fondi che lo Stato ha messo a disposizione dei comuni per fronteggiare l’emergenza Covid.

Insomma, dopo il danno la beffa, giustificata per assicurare il distanziamento sociale, per chi vuole trascorrere il suo tempo seduto sulle panchine, magari sotto il sole cocente del lungomare privato di ogni zona di ombra.

Per carità – aggiungono – ognuno è libero di fare le sue scelte, ma noi come minoranza non possiamo esimerci dal criticare scelte che riteniamo sbagliate, non congrue perché palesemente in contrasto con le reali finalità emergenziali legate al Covid“.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Sempre secondo i due consiglieri comunali, non si tratta della prima esperienza in questo senso. Il riferimento è alla progettazione per una tensostruttura per attività sportive, da finanziare con, appunto, fondi Covid.

“Lo avevamo detto in consiglio comunale – dicono da Scelgo Tortora -, oltre a sottolineare che il progetto contrastava con le previsioni del Piano strutturale comunale vigente.

L’amministrazione è però rimasta sulle sue posizioni, ha pagato un progetto sbagliato, salvo poi ammettere, a denti stretti, che le obiezioni sollevate in consiglio erano fondate, che il progetto non poteva essere realizzato con fondi Covid e, cosa ancor più grave, lo stesso contrastava con le previsioni del Psc.

Peccato che questo errore sia costato a noi tutti quasi diecimila euro di un’inutile progettazione”.

Dunque l’amministrazione comunale, in merito all’uso dei fondi Covid, viene accusata di essere recidiva.

Ma Fondacaro e Matellicani avanzano anche proposte in merito a opere da realizzare e ritenute più utili alla cittadinanza.

“Noi – dicono – restiamo dell’idea che in questo momento storico andrebbero realizzate opere e implementati servizi volti a favorire la ripresa scolastica in sicurezza.

Siamo dell’idea che bisognerebbe potenziare l’assistenza dei servizi sociali per le persone più vulnerabili, la vigilanza e il controllo del territorio.

Siamo dell’idea che queste ingenti risorse, circa 350mila euro, potevano essere utilizzate anche e soprattutto per abbassare il carico tributario alle famiglie e alle imprese in difficoltà anziché, come invece è avvenuto, sottoporle ad aumenti inopportuni della Tari, dell’addizionale Irpef e, nel prossimo anno, anche con l’Imu.

Ad oggi, infine, constatiamo il mancato utilizzo dei fondi, oltre 17 mila euro, destinati ai Centri Estivi, che, nonostante siano stati assegnati dallo Stato da oltre un mese, non sono stati ancora utilizzati per attivare progetti socio-educativi a favore dei nostri bambini, così come invece avveniva in passato.

Peccato. Perché ciò avrebbe consentito ai tanti bambini di Tortora di trascorrere attività di svago e sano divertimento e offerto, nel contempo, un servizio di notevole sostegno alle famiglie specie a coloro che per necessità di bilancio familiare sono impegnati in lavori prettamente estivi.

L’auspicio – concludono Fondacaro e Matellicani – è che l’amministrazione in carica trovi presto la strada del fare e abbandoni quella del pressapochismo e dello spreco di risorse e opportunità“.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

San Sago, domani il territorio ricevuto al palazzo della Regione Basilicata

Sindaci, associazioni ambientaliste e del comparto turistico-produttivo calabresi e lucani saranno ricevuti da Bardi venerdì …