Home / IN PRIMO PIANO / Lagonegro, in vendita gli animali dello Zoo Parco Giada

Lagonegro, in vendita gli animali dello Zoo Parco Giada


Circa 13 mila euro il valore stimato per 147 animali tra cui daini, cinghiali e volatili. Mantenerli costa troppo e il Comune è disposto anche a regalarli.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

C’è un pony da 2 mila euro, 5 lama da 1000 euro ciascuno e 7 daini che vanno via a quasi 100 euro l’uno. 147 animali in tutto per un valore di circa 13 mila 800 euro.

La Giunta del Comune di Lagonegro ha deciso di mettere in vendita gli ospiti del Parco Giada, un’area faunistica situata in contrada Calda di Lagonegro e che agli albori della sua vita ha vissuto momenti certamente migliori.

In vista della scadenza del contratto di gestione, a febbraio 2022, l’amministrazione comunale ritiene troppo alti i costi di mantenimento degli animali, tanto che nell’eventualità non si riuscisse a venderli si pensa anche a cederli gratuitamente.

Il comune, che è proprietario del parco faunistico, in passato (2017 e 2018) aveva già dato atto di indirizzo per la vendita.

Ad agosto scorso, ha effettuato una ricognizione degli esemplari custoditi al suo interno in collaborazione con gli enti preposti e la società che attualmente gestisce la struttura. Sono quindi risultati presenti 147 animali, “custoditi in spazi adeguati, in buono stato e ben accuditi”.

Da sottolineare la presenza anche di alcune tartarughe provenienti da operazioni legate alla convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites, ndr) che si trovano al Parco Giada in affidamento al comune e che non possono essere vendute.

La Giunta di Lagonegro ha quindi deliberato per indire un’asta con il metodo dell’offerta segreta e con aggiudicazione con il criterio del prezzo più alto rispetto a quello posto a base d’asta. Non sono ammesse offerte al ribasso e, in caso di cessione a titolo gratuito, il concessionario dovrà provvedere alle spese di sterilizzazione.

La vicenda è stata portata all’attenzione dell’opinione pubblica dalla consigliera comunale di minoranza Concetta Iannibelli, che ha così ironicamente commentato: “Black Friday Parco Giada Lagonegro. Vuoi un lama? Un muflone? O un pony? Vuoi utilizzarlo come ornamento per il tuo giardino?

Non disperarti, questo è il mese del black friday anche per l’amministrazione comunale di Lagonegro. Se nessuno risponde all’asta potrai averlo gratuito, basta pagare un costo forfettario per la sterilizzazione.

Ecco! Siamo di fronte al paese delle chiusure, più chiudi, meno paghi e più distruggi! E ti viene pure fatto un regalo.
Diventeremo pian piano il paese-deserto, campagna e coda dei paesi vicini”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Reddito di cittadinanza: cerco lavoro da due anni, ma sono troppo qualificato

Una storia reale dal Tirreno cosentino. Una come tante, infarcita di delusione e rabbia. “Mi …