Home / IN PRIMO PIANO / Praia a Mare, Antonino De Lorenzo candidato sindaco

Praia a Mare, Antonino De Lorenzo candidato sindaco


È la scelta del gruppo Progetto Praia. Ecco la visione della nuova città. “Sceglieremo uomini e donne competenti e liberi”.


Progetto Praia ha scelto Antonino De Lorenzo come candidato alla carica di sindaco di Praia a Mare.

Sull’attuale consigliere comunale di opposizione è ricaduta la preferenza del gruppo che da tempo lavora in vista dell’appuntamento elettorale nel comune rivierasco.

Progetto Praia – spiega l’aspirante sindaco – è nato circa un anno e mezzo fa con l’intento di mettere un punto e a capo alla politica del passato. Abbiamo mirato all’inclusività, mettendo il paese e il rispetto per tutti al primo posto e questo ha generato un alto livello di adesioni.

Il gruppo vuole partorire una nuova classe dirigente che che governi Praia a Mare con uomini e donne capaci, competenti e con idee nuove e lungimiranti per un luogo che oggi non si riconosce più avendo perso la sua centralità nel territorio.

Questo – prosegue De Lorenzo – è un aspetto essenziale, perché rappresenta la garanzia offerta agli elettori: la squadra che mi ha indicato, spingendomi in questa avventura, avrà la libertà, la competenza e la laboriosità necessarie per siglare un patto trasparente con i cittadini, con i nostri figli, le nostre madri e i nostri padri che sono gli unici veri azionisti di maggioranza del nostro futuro.

Ringrazio i ragazzi di Progetto Praia per avermi ritenuto idoneo e valido per questo ruolo e già da ora ringrazio tutti coloro che vorranno entrare in contatto con noi. Lo facciano nella consapevolezza che l’unica barriera da superare è la svogliatezza di crescere.

Con umiltà chiedo il consenso a chi mi conosce e di avere l’opportunità di entrare in contatto con chi ancora non mi conosce personalmente. Lo faccio a quasi sette mesi dalle elezioni, proprio per poter ascoltare tutti al fine di costruire delle linee programmatiche che partano dal basso e che finalmente portino Praia a Mare molto in alto”.

antonino de lorenzo candidato sindaco praia mare
Antonino De Lorenzo

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Questa la visione di Praia a Mare elaborata dal gruppo.

“Progetto Praia ha in mente e sogna una città nuova, aperta, solidale, produttiva, inclusiva, accogliente, viva, rispettosa, pronta a cogliere le opportunità e a concretizzarle in un programma di sviluppo per tutti – dice il designato candidato a sindaco –.

Una città pronta a proiettarsi nel futuro, consapevole di essere preziosa per tutti i suoi luoghi, per la sua storia e per la sua rara bellezza.

Siamo pronti a dare tutto per risanare le lacerazioni sociali, i dissidi e le incomprensioni attraverso il dialogo, il confronto e la massima condivisione.

Sarà un percorso duro, faticoso e pieno di pericoli, ma sarà anche la porta di ingresso in una nuova era in cui gli amici saranno tali anche se avranno visioni politiche diverse. La maggioranza e la minoranza esisteranno solo in consiglio comunale per dare spazio a una sola assemblea sociale con un unico obiettivo: crescita. Sociale, umana ed economica. E soprattutto per le fasce più deboli”.

Infine, a circa sette mesi dal voto comunale, il candidato sindaco ha sentito anche la necessità di condurre nel territorio della chiarezza la sua esperienza amministrativa attuale e passata.

“Ho portato avanti un percorso politico che mi ha arricchito – spiega Antonino De Lorenzo –, passando circa sette anni tra i banchi della maggioranza, cinque dei quali in qualità di assessore comunale, e al traguardo della nuova consultazione elettorale ne avrò trascorsi tre da consigliere di opposizione.

Sono stati passaggi politici che tanto hanno insegnato e segnato, oltre che conferito crescita, perché vissuti pienamente.

In questa ottica, va letto il mio passaggio dalla maggioranza alla minoranza del consiglio comunale di Praia a Mare, consumatosi nell’ottobre del 2019.

È stato un atto forte, ma anche responsabile. Ed è stato possibile solo grazie alla mia libertà di pensiero e di azione. La crescita ottenuta anche da questo cambio di rotta è stata notevole: vedere le cose da altri punti di vista, riappropriarsi della libertà politica, studiare le azioni da intraprendere e le scelte da adottare sono solo alcuni elementi maturati in questi ultimi anni.

Personalmente credo molto nelle diversità e nella crescita derivante dal loro confronto. Credo in Praia e nei praiesi, nei turisti che ci vengono a trovare e in quelli che qui hanno comprato casa. Penso che la fortuna che abbiamo avuto a ricevere dalla natura un luogo così bello sia la molla che deve far scattare il cambio di mentalità e, soprattutto, di azione”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Santa Maria del Cedro, si ferisce con un flex ma manca l’ambulanza: la polizia municipale lo scorta in Pronto soccorso

Brutta dIsavventura per un 39enne. I vigili hanno interagito con la sala operativa del 118. …

One comment

  1. Pietro Carravetta

    Praia a Mare necessita di un porto turistico altrimenti non ha futuro per lo sviluppo turistico.