Home / COMUNI / CETRARO / Cetraro, colpi d’arma da fuoco contro auto imprenditore

Cetraro, colpi d’arma da fuoco contro auto imprenditore


I fatti avvenuti nella notte sul lungomare cittadino sono stati resi noti dal presidio territoriale di Libera. Il sindaco condanna.


Nella notte di giovedì 23 dicembre, poco prima di mezzanotte, l’auto di un imprenditore è stata ritrovata crivellata di colpi d’arma da fuoco a Cetraro.

Del fatto, avvenuto nella zona Marina, ha informato il presidio di Libera del Tirreno cosentino “Lucio Ferrami” diffondendo una nota sui social.

La persona colpita da quella che appare a tutti gli effetti come una intimidazione mafiosa è Eugenio Galliano Iannelli, proprietario di un noto ristorante davanti al quale i fatti si sono consumati.

Secondo la ricostruzione fornita, qualcuno ha sparato contro la vettura da distanza ravvicinata e colpendola più volte. È stata la stessa vittima ad accorgersene solo all’uscita dal locale. I colpi, esplosi in precedenza, potrebbero essere stati confusi con i mortaretti tipici del periodo natalizio.

I fatti sono stati quindi segnalati ai carabinieri della locale stazione e della compagnia di Paola che hanno avviato le indagini. Queste – secondo quanto appreso – potrebbero anche avvalersi delle immagini riprese da alcune telecamere di videosorveglianza presenti in piazza San Marco.

cetraro spari auto imprenditore

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Intendiamo nuovamente sollecitare le istituzioni preposte – scrive Libera – affinché si possa rafforzare al più presto la stazione dei carabinieri di Cetraro con una più opportuna tenenza che garantirebbe un maggiore controllo del territorio.

Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza e vogliamo ricordare che Eugenio Galliano Iannelli ha prontamente aderito alla nostra campagna La Libertà non ha pizzo, avviata sul territorio durante la commemorazione del quarantesimo anniversario dell’assassinio di Lucio Ferrami al quale è intitolato il nostro presidio territoriale.

Infine, intendiamo esprimere tutta la nostra solidarietà, anche nei confronti del presidente e dei soci dell’associazione ecozoofila ambientale Aza per l’intollerabile atto vandalico che ha devastato la loro sede a Cetraro”.

“Quello che è accaduto stanotte ai danni del giovane Eugenio Galliano – ha detto Erammno Cennamo, sindaco di Cetraro – è un fatto gravissimo che va condannato con fermezza e senza indugio.

Eugenio è un imprenditore serio ed onesto che dedica il suo tempo al lavoro con passione e dedizione.

Chi ha sparato alla sua auto deve sapere che tutta la città è al suo fianco. Non possiamo più permettere di depredare la nostra comunità con gesti delinquenziali e minatori. Sono certo che la giustizia farà la sua parte e che i colpevoli vengano presto assicurati alla legge”.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Santa Maria del Cedro, si ferisce con un flex ma manca l’ambulanza: la polizia municipale lo scorta in Pronto soccorso

Brutta dIsavventura per un 39enne. I vigili hanno interagito con la sala operativa del 118. …