Home / COMUNI / Covid, quando si torna a scuola a gennaio 2022?

Covid, quando si torna a scuola a gennaio 2022?


Genitori alle prese con molte domande. Ecco come si regolano i comuni del territorio tra chi attende e chi posticipa le aperture.


Quando si tornerà a scuola a gennaio 2022? Riapriranno il giorno stabilito le scuole dopo le vacanza natalizie ancora in corso?

Sono solo alcune domande, probabilmente le principali, che molti genitori degli alunni si pongono in queste ore. Anche sul territorio dell’utenza dei lettori di questo sito. Madri e padri che, al momento, in attesa di saperne di più, si dividono.

Da una parte “gli ansiosi” che vorrebbero un posticipo del rientro tra i banchi. “Qualche settimana” dicono alcuni. “Almeno da lunedì 10 gennaio”, dicono altri.

Dall’altre parte ci sono “gli ottimisti”, ovvero genitori che ritengono la scuola un posto sufficientemente sicuro per i proprio figli, “a patto che però si osservino le regole” e, soprattutto, che “si tengano i bambini al riparo dal contagio anche fuori dalla scuola”.

Ovviamente, sul tutto, pesa l’alto numero di casi attivi Covid-19 che si stanno registrando sui territori del Tirreno cosentino e del Lagonegrese, e che trovi aggiornati, insieme ad altre notizie sul tema, nell’apposita sezione dedicata al Coronavirus del nostro sito. Ti basta cliccare qui.

Tornando alla scuola, abbiamo raccolto in questo articolo, una serie di notizie certe riguardo al tema ritorno tra i banchi di scuola.

covid scuola riapertura gennaio

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

Covid, quando si torna a scuola a gennaio 2022?

Ecco quindi cosa sappiamo di certo:

  • Gli istituti scolastici sono pronti a ripartire il 7 gennaio 2022 più o meno in tutta Italia. Già, perché alcune regioni come Veneto, Campania, Liguria, Molise, Piemonte, Puglia, Valle d’Aosta e provincia di Bolzano, al momento hanno deciso di posticipare di tre giorni. Dunque al 10 gennaio 2022. Altre regioni potrebbero seguire questo esempio, dipende dall’andamento dei contagi.
  • Le regole già stabilite sono sostanzialmente due. L’obbligo vaccinale per il personale scolastico,che è scattato il 15 dicembre 2021, e l’utilizzo delle Ffp2 da parte degli insegnanti nella scuola dell’infanzia, delle primarie e secondarie solo dove ci sono alunni esentati dall’indossare la mascherina per motivi specifici.
  • Sul tema, si attendono novità dal Consiglio dei Ministri in programma il 5 gennaio.
  • La Linea del Governo è stata espressa di recente dal ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, che ha detto: “È prioritario tutelare la didattica in presenza”.
  • Il Governo, tuttavia, valuta alcune modifiche che sono state proposte dalle Regioni. Tra queste, la più discussa è l’attivazione della Didattica a distanza solo per i bambini non vaccinati, per un periodo di dieci giorni se nella classe si registrano due contagi, anche alle classi dalla prima media inclusa a scendere. E, nel dettaglio, solo auto sorveglianza di cinque giorni (con test a 10 giorni) per i ragazzi vaccinati (o guariti negli ultimi tre mesi) e la quarantena di 10 giorni con Dad (quest’ultimo caso laddove previsto). Con tre contagi in una sola classe, sarebbe poi l’azienda sanitaria locale a valutare ulteriori provvedimenti, come la sospensione dell’attività in presenza. Per le Scuole dell’infanzia resterebbe invece la quarantena di dieci giorni per tutti con tampone con un solo caso positivo.
  • La campagna vaccinale per la fascia 5-11 anni è cominciata da circa due settimane e va ancora a rilento.

Riapertura scuola, come si regolano i comuni?

Sul territorio cosa succede? Al momento sembra che le municipalità siano orientate, da un lato, a rispettare la data del 7 gennaio 2022 e, dall’altro, ad attendere come tutti cosa verrà fuori dal prossimo Consiglio dei Ministri e tenendo sempre in considerazione l’andamento del contagio.

Ad esempio, il sindaco del Comune di Scalea, Giacomo Perrotta, ci fa sapere che “l’amministrazione comunale deve valutare bene il da farsi, anche insieme all’Asp e a tutte le scuole presenti sul territorio comunale”.

Toni Iorio, il sindaco di Tortora ha anticipato alla nostra testata: “Emano un’ordinanza per posticipare di una settimana l’apertura delle scuole. Quindi a Tortora le scuole apriranno lunedì 17 gennaio 2022.

Ma, insieme alle dirigenze scolastiche, terremo sempre d’occhio il numero di contagi che purtroppo continuano a crescere”. Clicca qui e leggi l’articolo completo.

Nel frattempo, si segnala il “Caso Diamante”, dove il primo cittadino Ernesto Magorno ha emanato un’ordinanza oggi, con la quale tiene le scuole chiuse di competenza comunale nei giorni venerdì 7 e sabato 8 gennaio 2022 per operazioni di sanificazione, disinfezione e areazione dei plessi.

In questo modo, le scuole riapriranno solo il successivo 10 gennaio 2022, ovvero la data individuata da molte regioni per far rientrare a scuola gli alunni, prendendo così un po’ di tempo.

Se hai trovato utile questo o altri contenuti di questo sito ti consigliamo di cliccare il link sottostante per valutare di sostenere il nostro lavoro. Grazie.

Se trovi utile questo contenuto puoi sostenerci cliccando il pulsante qui sotto



.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

maggio letterario scalea

Maggio Letterario Scalea, Giuseppe Smorto a Villa Giordanelli per il Sud positivo

Domenica 29 maggio 2022 il libro “A sud del Sud”. Eclectica: “Fa più rumore un …