Home / SANITÀ SALUTE BENESSERE / CORONAVIRUS / Praia a Mare, dati Asp: salgono a 17 i positivi al Covid

Praia a Mare, dati Asp: salgono a 17 i positivi al Covid


Questo il metro del contagio negli ultimi 30 giorni. Difficile quando non impossibile conoscere altri elementi come guariti e quarantene.


Sono 17 i residenti del Comune di Praia a Mare che l’Asp di Cosenza ha accertato come positivi al Covid-19 negli ultimi 30 giorni.

Il dato, l’unico a disposizione, si apprende dal sito ufficiale dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza che viene aggiornato quotidianamente, stando a quanto dichiarato dalla stessa Asp alla nostra redazione, sempre che ci siano nuovi riscontri di positività. Il numero dei positivi a Praia a Mare, infatti, è rimasto per diversi giorni fermo a quota 6.

I dati Asp, inoltre, restituiscono altri due dati, entrambi relativi al periodo tra l’inizio della pandemia ad oggi: sono 196 in tutto i casi e non si sono registrati decessi riconducibili al Covid.

Altri dati non sono disponibili, per la decisione dell’amministrazione comunale di non uniformarsi a quanto avviene in praticamente tutto il territorio, come abbiamo riportato in questo articolo di qualche giorno fa.

Tra questi dati c’è il numero dei cittadini risultati positivi a un test rapido, al tampone antigenico effettuato su propria iniziativa presso una farmacia o un laboratorio privato. È proprio su questi dati che i bollettini comunali rendono una percezione diversa del livello di contagio in atto sul territorio, come abbiamo spiegato in un nostro approfondimento incentrato sulla discrepanza tra i bollettini e i dati Asp.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

Ci sono poi altri dati difficili da desumere come ad esempio il numero dei guariti e delle persone poste in isolamento.

Nel primo caso la difficoltà consiste soprattutto nel fatto che l’Asp non lo comunica sul sito ed è oltretutto difficile desumerlo dal dato dei positivi fornito dall’Azienda sanitaria di Cosenza che non è una cifra giornaliera, ma relativa a un intervallo di 30 giorni.

Quanto ai cittadini in quarantena perché contatti stretti di un positivo bisognerebbe ricavare questo dato – come suggerito dall’amministrazione comunale – dalle ordinanze pubblicate sull’albo pretorio. Solo tenendo conto del periodo dal 21 al 31 dicembre dell’anno scorso (non ci sono ordinanze oltre questa data) ne sono state pubblicate 17, alcune delle quali sono per singola persona, ma altre per un numero superiore.

Ma soprattutto – e qui si registra un controsenso – molte ordinanze sono conseguenti a una positività accertata attraverso un tampone rapido, del tipo ad esempio fatto in farmacia. Test rapidi, dunque, che sono validi per ordinare un isolamento domestico, ma non per redigere un bollettino.

Se trovi utile questo contenuto puoi sostenerci cliccando il pulsante qui sotto



.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Scalea, registrato un nuovo incremento dei casi attivi Covid-19

+20 nuovi positivi nelle ultime 24 ore a fronte di sole 7 guarigioni. Il totale …