Home / IN PRIMO PIANO / Mobilità e Pnrr al Meridione, servono confronti serrati e proficui

Mobilità e Pnrr al Meridione, servono confronti serrati e proficui


Ne hanno discusso le associazioni che puntano sulla nuova ferrovia AV/AC Salerno-Reggio Calabria e sulla bretella Potenza-Auletta/Lagonegro.


L’Unione delle associazioni della Riviera dei Cedri e del Pollino ha promosso un incontro con il Forum Disuguaglianze e diversità.

Hanno preso parte Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente, e Gianfranco Viesti, docente di Economia presso la facoltà di Scienze politiche dell’Università di Bari. Ampia la partecipazione con la rappresentanza del co-fondatore del Comitato per la provincia della Magna Graecia, Domenico Mazza, e il vicepresidente Pietro Calabrese dell’associazione Svimar.

Ovvero, la nuova realtà associativa che mette insieme Puglia, Basilicata, Campania e Calabria. Quest’ultima, solo una settimana fa, ha approvato all’unanimità un documento conclusivo con il quale si chiede udienza alla Regione Basilicata e si invita Ferrovie dello Stato, Ministero delle Infrastrutture, e Ministero per il Sud, a valutare la proposta della bretella Potenza-Auletta/Lagonegro, attraverso Tito per favorire lo scambio di merci.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Hanno rappresentato l’Unione delle associazioni Ettore Simone Durante e il segretario Andrea Incerto Leone. Tale ente, presieduto dall’ex ministro Fabrizio Barca e da Andrea Morniroli, guidato da un gruppo di coordinamento, si è distinto a livello nazionale per le iniziative intraprese.

Fra queste rientra il webinar sulla costruzione della nuova ferrovia AV/AC Salerno-Reggio Calabria, evento cui parteciparono fra gli altri il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, Enrico Giovannini, e l’ad di Rfi Vera Fiorani, commissaria dell’opera.

“Il meeting di mercoledì – recita una nota – si è svolto all’insegna della cordialità. Temi di particolare attenzione le sfide economiche e sociali post-pandemia e le considerazioni sulle risorse previste dal Pnrr per il Sud, da cui è emersa la preoccupazione circa una loro non proficua gestione.

È necessario che si instauri un ragionamento che permetta di vedere gli effetti degli investimenti nel più breve tempo possibile. Non si possono attendere decenni per godere di benefici che nel futuro potrebbero rivelarsi marginali o tardivi.

Inderogabile il tema della nuova ferrovia AV/AC Salerno-Reggio Calabria, la più grande opera nel Mezzogiorno nel dopo guerra. È emersa la necessità e la volontà di realizzare un confronto attraverso il quale coniugare le istanze dei territori con il raggiungimento degli obiettivi di mobilità fissati al livello europeo.

Sono dunque necessarie occasioni costruttive di dialogo attraverso le quali inserirsi nel dibattito pubblico. Questa è una fase propedeutica per la realizzazione dell’infrastruttura, per la quale sono previsti iter procedurali semplificati.

Sulla base di ciò si é convenuto che, in attesa dei progetti esecutivi, le associazioni organizzeranno un confronto, che si svolgerà in modalità mista, in presenza e da remoto”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

barbecue

Scalea, barbecue sul marciapiede in via Lauro

Grigliata in strada in pieno centro città. La foto del barbecue è diventata virale sui …