Home / IN PRIMO PIANO / Tortora, Strisce Blu: minoranza bacchetta l’amministrazione

Tortora, Strisce Blu: minoranza bacchetta l’amministrazione


Dell’istituzione delle Strisce Blu non piacciono in particolare le modalità operative del sistema dei parcometri.


Strisce Blu per i parcheggi a Tortora. L’istituzione della sosta a pagamento da parte dell’amministrazione comunale non piace ai consiglieri di minoranza. In un comunicato stampa, i consiglieri Anna Fondacaro, Pasquale Lamboglia, Filippo Matellicani e Raffaele Papa.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Ancora una volta prendiamo atto dell’approssimazione e della inconcludenza che oramai prevale in ogni iniziativa messa in campo da questa amministrazione. Eravamo già perplessi sull’istituzione delle strisce blu in un periodo di crisi per le famiglie e le imprese, costretti a fare i conti con il caro vita ed energia ma a leggere le modalità operative del sistema dei parcometri rimaniamo ancora più sconcertati.

Sinceramente, se era un modo per garantire maggior ordine e controllo sul territorio, potevamo anche essere d’accordo, ma se, per come constatiamo, è solo un altro sistema per fare “cassa” a spese dei turisti e residenti, rimaniamo profondamente contrari.

Difatti, non si comprende il motivo per il quale non siano state previste agevolazioni per la sosta prolungata giornaliera in particolare nell’area del Lungomare Sirimarco a favore dell’utenza che usufruisce della nostra spiaggia diverse ore al giorno e dei nostri servizi turistici, già penalizzati dalla drastica riduzione dei parcheggi e che ora saranno ulteriormente penalizzati rispetto alle attività che si trovano nelle località vicine, così come è irragionevole il fatto di non prevedere degli abbonamenti riservati ai residenti, che in questo periodo saranno invece costretti a pagare la tariffa piena, quindi, una ulteriore tassa sui loro consumi di ogni genere e che rischia di incentivare gli stessi nel recarsi presso gli esercizi commerciali dei comuni vicini per la loro spesa quotidiana.

Invitiamo, dunque, l’amministrazione comunale a rivedere le modalità di gestione dei parcheggi a pagamento anche con riferimento ai disabili, prevedendo il parcheggio gratuito qualora quei pochi posteggi riservati siano occupati, e di rimodulare le tariffe applicate istituendo agevolazioni per la sosta prolungata nei pressi del lungomare Sirimarco e prevedendo la cosiddetta “tolleranza” gratuita per la sosta breve di cortesia nei pressi di via Aldo Moro e Centro Commerciale, onde evitare che a Tortora prevalga, invece dell’ordine ed il controllo del territorio dalle soste selvagge, la desertificazione delle attività commerciali esposte a tale balzello, nonché quella delle nostre spiagge a favore di altri lidi”.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

praia consiglieri

Amare Praia, interrogazione a De Lorenzo su attività dei consiglieri delegati: “Approvate 4 deliberazioni in maniera irregolare”

“Perché consiglieri delegati svolgono attività degli assessori”? Il gruppo di minoranza chiede lumi al sindaco …

One comment

  1. giuseppe petrucci

    Trovo coerente l’idea di prevedere nella zona commerciale la cosiddetta tolleranza gratuita di 15minuti esponendo il tachimetro o esponendo l’arrivo…..tutte le altre obiezioni sono forvianti, dobbiamo lasciare la macchina a casa, usarla il meno possibile e far circolare tutto il giorno la navetta, chi non nè può fare almeno, paga il parcheggio come succede in tutta Italia, Il lungomare non è un parcheggio è una via di transito e di passeggio bene ha fatto questa amministrazione di attivare le strisce blu a pagamento e senza fare differenze tra ospiti e residenti. Buone Vacanze.