Home / Senza categoria / Ricerca, edilizia, intelligenza artificiale: ben 18 progetti approvati per l’Unical con i fondi PNRR

Ricerca, edilizia, intelligenza artificiale: ben 18 progetti approvati per l’Unical con i fondi PNRR

Ottime notizie per l’Università della Calabria, che ha visto approvati ben 18 dei suoi progetti nell’ambito degli investimenti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, un’opportunità colta appieno dall’ateneo che ora potrà disporre di oltre 90 milioni per la realizzazione delle iniziative. Ecco come saranno spesi i fondi europei.


Oltre 90 milioni di euro per modernizzare l’ateneo

Il PNRR nasce con l’intento di sostenere la ripresa dell’economia e la crescita del PIL italiano lavorando su alcuni punti centrali, come la sostenibilità e la digitalizzazione, tematiche sempre più calde in un contesto in cui ridurre l’impatto ambientale e lo spreco di risorse e rendere accessibili a tutti le tecnologie digitali significa aprire la strada a un futuro migliore.

Così come già accaduto in ambiti extra-accademici, per esempio nel campo dell’intrattenimento dove le piattaforme per giocare a slot di successo come Sweet Bonanza si sono affermate in maniera rapida coinvolgendo fasce ampie e differenziate di utenza, per un ente come l’Università lavorare sulla disponibilità di tecnologie innovative per l’accesso alla rete vuol dire garantire a tutti i soggetti coinvolti strumenti adeguati per lavorare sulla ricerca, abbattere barriere geografiche e non solo.

Considerato un’occasione di rilancio per l’intero sistema Italia, il PNRR offre dunque all’Univeristà della Calabria l’opportunità di avviare progetti di modernizzazione ed efficientamento su più fronti. Con l’approvazione di 18 dei progetti presentati, infatti, il Piano permetterà all’ateneo di lavorare su importanti tematiche che spaziano dalle energie rinnovabili all’intelligenza artificiale passando per l’edilizia universitaria. I finanziamenti a disposizione di Unical superano i 90 milioni di euro, una cifra che in concerto con le altre istituzioni dovrà essere spesa in maniera adeguata, andando a realizzare gli obiettivi dichiarati all’interno dei progetti stessi. Ma quali sono le principali iniziative poste in essere dall’ateneo calabrese?

Clima, energia e mobilità sostenibile: ecco l’ecosistema Tech4You

119 milioni concessi dal PNRR su 122 di costo complessivo previsti: il progetto Tech4You è stato valutato come uno dei più meritevoli di ricevere i finanziamenti europei in virtù della sua valenza economica e sociale. L’hub nasce con l’obiettivo di creare una rete di università e centri di ricerca presenti tra Calabria e Basilicata che possa lavorare sullo sviluppo di tecnologie innovative in ambito informatico, ambientale, energetico, culturale e agroalimentare per combattere i cambiamenti climatici e migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Tech4You, che avrà sede proprio all’interno dell’Università della Calabria, prevede per il raggiungimento degli scopi citati anche l’assunzione di 163 ricercatori a tempo determinato e l’attivazione di 113 posti di dottorato industriale.

I fondi PNRR per il Piano Operativo Salute

Altra iniziativa di grande rilevanza nazionale è il Piano Operativo Salute, al cui interno si collocano due progetti regionali finalizzati allo sviluppo di modelli diagnostici avanzati per la radiogenomica e per la medicina di precisione, oltre a Cal.hub.ria, un hub destinato alla ricerca innovativa e avanzata di cui Unical sarà partner.

Per Radioamica e Fa.Per.M.E i fondi destinati dal PNRR sono di circa 3 milioni, mentre Cal.hub.ria ha ottenuto ben 4 milioni e mezzo di euro di finanziamento.

Innovazione e conoscenza con i partenariati estesi

Unical è protagonista anche del bando sui cosiddetti partenariati estesi, avendo partecipato a ben 6 dei 14 progetti nazionali selezionati dal MUR per accedere alla fase negoziale. I partenariati, che agiranno su diversi fronti, offrono la possibilità di creare network avanzati tra università e centri di ricerca per lavorare su aree come cybersecurity e intelligenza artificiale, temi che rientrano in due progetti di cui Unical sarà rappresentante nazionale.

In altri partenariati, l’Università della Calabria risulta parte attiva grazie alla presenza diretta dei suoi ricercatori, che lavoreranno in convenzione con altri atenei.

Gli ingenti investimenti in tema di edilizia

Oltre a ricerca accademica e innovazione, l’Università calabrese è riuscita a ottenere importanti fondi anche per la realizzazione di lavori di edilizia, finalizzati sia all’efficientamento energetico delle strutture che alla creazione di nuovi spazi destinati all’apprendimento, allo sport e all’ospitalità. In tema di edilizia universitaria, i progetti di Unical approvati all’interno del PNRR sono 9, per un totale di finanziamenti superiore a 17 milioni di euro, ma risultano ancora in valutazione altri 11 progetti che potrebbero portare nelle casse dell’ateneo circa 35 milioni.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

In Calabria è stata prodotta una grappa allo Zibibbo

Nata grazie allo sforzo produttivo e imprenditoriale di Cantine Benvenuto con sede a Francavilla Angitola.