Home / CRONACA / Nubifragio Tortora: ecco di cosa, adesso, la comunità tortorese ha bisogno

Nubifragio Tortora: ecco di cosa, adesso, la comunità tortorese ha bisogno

Iniziativa social: profili con foto del centro storico per ricordare alle istituzioni il nubifragio di Tortora. Servono interventi rapidi e molto costosi.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Interventi imponenti e molto costosi, soprattutto sulla viabilità e per ripristinare il sistema di gestione delle acque piovane, o per ripensarlo, nel centro storico e nelle frazioni di Tortora.

È soprattutto di questo che la comunità tortorese ha bisogno. Si tratta di interventi imponenti oltre che costosi, ma assolutamente necessari e non rimandabili. Tradotto: servono risorse economiche non indifferenti e che la politica sovracomunale agisca con rapidità oltre che efficienza.

Anche se sono passati solo pochi giorni dal nubifragio che ha colpito Tortora lo scorso 13 ottobre 2022 (leggi qui) è come se si avvertisse già l’esigenza di impegni concreti da assumere da parte delle autorità preposte. Di questo ha bisogno una comunità che è stata duramente colpita. Se si pensa pure al tornado di qualche settimana fa (ne abbiamo parlato qui), il rischio è uscirne con le ossa rotte.

Ma “la comunità tortorese sa come reagire alle difficoltà. È la storia che ce lo insegna” ha detto ieri Toni Iorio, il sindaco. Serve però mantenere alta l’attenzione

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

tortora nubifragio centro storico maltempo danni
Centro Sotrico di Tortora nella notte di giovedì 13 ottobre 2022 (Photo credits: Giovanni De Francesco)

Nubifragio Tortora: una iniziativa social

Adottare per una settimana o anche più una foto del Centro Storico di Tortora per sensibilizzare le istituzioni preposte a intervenire.

Dopo i danni inferti dal al borgo antico e alle frazioni montane di Tortora, la macchina organizzativa si è messa in moto per ripristinare quanto più possibile la normalità.

Ed è fatta di duro lavoro: soprattutto per la rimozione del fango, dei detriti e di ogni altra cosa, tra cui alcune automobili, trasportata dalla furia dell’acqua. Obbiettivo nell’immediato: ripristinare i collegamenti stradali e attenuare i disagi alla popolazione.

Ma è mossa anche da piccoli gesti di vicinanza e di solidarietà. Così, già dalla sera di ieri, se ne registra una su Facebook, lanciata dall’assessore Biagio Praino: “Cambiamo l’immagine dei nostri profili almeno per una settimana. Usiamo una foto del Centro Storico di Tortora e, tutti insieme, chiediamo il sostegno delle istituzioni a partire dal presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto. Serve buon senso e concretezza”.

Nel giro di poche ore, sono stati centinaia gli utenti cha hanno aderito a questa iniziativa, con numeri costantemente in crescita. Si chiede, come detto, concretezza alle autorità preposte nel dare seguito agli attestati di solidarietà e vicinanza già espressi nell’immediatezza del disastro.

tortora centro storico
Tortora, centro storico

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Le parole del sindaco Toni Iorio

Ne ha dato conferma anche il sindaco di Tortora, Toni Iorio, che in un intervento video, anche questo sui social, ha fatto il punto della situazione indicando nel cuore pulsante del centro storico l’area nella quale si sono concentrate le principali criticità, a partire dall’inibizione di alcuni edifici ad esseri abitati.

Il primo cittadino ha ringraziato tutti gli operatori impegnati nei soccorsi e appartenenti a vari organi comunali e territoriali, i privati che hanno manifestato l’intenzione di mettere a disposizione strumenti e mezzi meccanici per le operazioni e le municipalità del territorio che hanno offerto quanto possibile.

Iorio ha poi illustrato l’esito delle ricognizioni svolte sui luoghi del disastro in collaborazione con rappresentanti delle strutture regionali preposte tratteggiando la condizione in cui versano le aree colpite. Molte le strade impraticabili: ma soprattutto “è andata completamente distrutta quella che collega le località Sarre e San Quaranta“, ha detto Iorio. E ancora, è stata emanata un’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado.

La situazione è complicata. Ecco perché serve tempismo e risoluzione da parte delle istituzioni a tutti i livelli. Azioni anche piccole e simboliche, come quella di adottare una foto di Tortora come immagine del proprio profilo social, possono servire a ricordare di “cosa”, adesso, la comunità tortorese ha bisogno.


About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

praia straordinaria nino frassica

Nino Frassica & Los Plaggers Band: Praia Straordinaria è musica e comicità

Questa sera il live di Nino Frassica & Los Plaggers Band in Piazza della Resistenza …