Home / IN PRIMO PIANO / Scalea-Mormanno, cantieri fermi: la Scossa pungola la Provincia di Cosenza

Scalea-Mormanno, cantieri fermi: la Scossa pungola la Provincia di Cosenza

Chiesto alla presidentessa Rosaria Succurro se le somme stanziate siano ancora a disposizione per proseguire la Scalea-Mormanno.

aronne pasticceria marcellina santa maria cedro calabria

Sono ancora a disposizione i fondi del Por 2007-2013 per il secondo lotto della Scalea-Mormanno previsto da 12 anni?

È l’associazione politica La Scossa a chiederlo a Rosaria Succurro, attuale presidente della Provincia di Cosenza. Il primo lotto di quella strada – dice La Scossa – è stato finanziato con 5 milioni 200 mila euro, cifra usata solo in parte: ci sarebbero ancora a disposizione circa 2 milioni di euro per realizzare il secondo lotto dell’infrastruttura.

Questa, è stata realizzata e consegnata dalla Ss 18 fino a Contrada Sant’Angelo di Scalea e da qui dovrebbe proseguire con il secondo lotto fino a Santa Domenica Talao.

Il coordinatore de La Scossa, Antonio Pappaterra, ricorda alla Succurro di aver presentato una richiesta analoga a quella attuale già nel 2021, ma senza ricevere alcuna risposta.

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Come referente del gruppo politico locale La Scossa, in qualità di associazione portatrice di interesse diffuso – dice -, voglio ricordare alla presidente della Provincia di Cosenza che i lavori della strada provinciale Scalea-Mormanno, sono stati finanziati dall’Unione Europea con un fondo Por 2007-2013 di circa 10 milioni di euro, grazie alla dedizione e all’impegno dell’ex assessore provinciale Arturo Riccetti.

A più di un anno dalla richiesta a cui non è stata data risposta e considerando i tempi rigorosamente lunghi e al di fuori di ogni parametro europeo sulle consegne di un opera pubblica – aggiunge Pappaterra -, dove sembrerebbe che non ci siano nemmeno margini per sapere se finiranno i lavori del sottopasso ferroviario, tutt’ora cantiere fermo, da parte di Rfi, chiediamo all’ente competente e al presidente se i fondi del Por 2007-2013, utilizzati per la realizzazione della strada, siano ancora nelle possibilità del bilancio e se è possibile utilizzare i fondi del ribasso per continuare la costruzione del 2° lotto funzionale previsto già nel 2010″.


About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

san nicola arcella arcomagno turisti

Tutela dell’Arcomagno di San Nicola Arcella, il sindaco Madeo sbotta

“Sulla proposta di legge per la tutela dell’Arcomagno non abbiamo ricevuto risposte da nessuno. Pazienza, …