Home / CRONACA / Abusi sessuali su minore disabile, arrestati padre e amico a Scandale

Abusi sessuali su minore disabile, arrestati padre e amico a Scandale

Uno spaccato amarissimo rivelato da investigatori e autorità giudiziaria dopo l’arresto di due persone per maltrattamenti in famiglia e abusi sessuali su minore.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Una bambina si 7 anni affetta da disabilità intellettiva media avrebbe subito abusi sessuali reiterati nel tempo dal padre e da un amico di famiglia a Scandale, in Provincia di Crotone, entrambi arrestati e accusati dalla Procura di maltrattamenti in famiglia e abusi sessuali su minore.

Lo rendono noto i carabinieri del comando provinciale di Crotone che oggi hanno eseguito una ordinanza del triunale crotonese per la misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di D. V. e V. V., ultracinquantenni di Scandale

SEGUI INFOPINIONE SU GOOGLE NEWS

“Gli abusi – spiega l’Arma – sarebbero stati commessi a Scandale, piccola comunità della provincia crotonese, in un contesto familiare di gravissimo degrado socio-culturale. La madre della piccola, anch’ella vittima di maltrattamenti fisici e verbali, avrebbe tentato più volte di fermare il marito nel corso del tempo,
assistendo in più occasioni agli abusi sessuali che la piccola subiva sin da quando aveva pochi anni di
vita, circa 3 anni, anche dall’amico di famiglia, con la complicità del padre.

Le indagini dei carabinieri sono state avviate dopo la segnalazione degli assistenti sociali del comune crotonese: a far scattare l’allarme sono stati i comportamenti inusuali della bambina sia nel contesto sociale, che in quello scolastico. Da qui, le immediate investigazioni condotte dai militari della sezione operativa e della stazione dei carabinieri di Scandale, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Crotone”.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

Indagini che, come spiegano gli investigatori, “hanno disvelato una realtà a dir poco raccapricciante” nella quale viveva, da anni, la povera bambina. I racconti puntuali forniti dalle vittime, le intercettazioni telefoniche e ambientali, nonché le testimonianze raccolte dagli inquirenti in un contesto caratterizzato da palesi reticenze e omissioni volte a screditare la realtà dei fatti, evidentemente nota ai più stretti familiari,
sono confluite nell’inchiesta che, nonostante le difficoltà, ha permesso ai carabinieri di arrestare i 2
indagati e salvare la madre e la bambina, entrambe collocate in idonee strutture protette”.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

About Redazione

Tutti gli articoli frutto delle richieste di diffusione di comunicati stampa sono curati dalla Redazione di www.infopinione.it. Mail to: redazione@infopinione.it

Check Also

Sicurezza Internazionale

Santa Maria del Cedro, con L’Orodicalabria per discutere di Sicurezza Internazionale

“Le Nuove Sfide della Sicurezza Internazionale”: appuntamento a Santa Maria del Cedro con la presenza …