Home / COMUNI / AMANTEA / Omicidio stradale ad Amantea: chiesto il processo per l’automobilista che ha travolto e ucciso Salvatore Di Buono

Omicidio stradale ad Amantea: chiesto il processo per l’automobilista che ha travolto e ucciso Salvatore Di Buono

L’accusa: l’imputata ha travolto la bicicletta dell’incolpevole Salvatore di Buono il 9 giugno 2023
sulla Statale 18 ad Amantea. Dovrà rispondere di omicidio stradale. Il Gup di Paola ha fissato l’udienza preliminare il 18 settembre.

mary ristorante pizzeria santa maria del cedro calabria

Il Pm Ernesto Sossano ha chiesto al Giudice per le udienze preliminari di Paola di rinviare a giudizio l’automobilista indagata per la morte di Salvatore Di Buono, il 74enne di San Lucido morto il 9 giugno 2023 sulla Statale 18 ad Amantea, dopo essere stato travolto da un’automobile mentre era sulla sua bicicletta.

Il Gup Carla D’Acunzo ha fissato per il 18 settembre 2024 l’udienza preliminare del processo. Per quel tragico evento è indagata con l’accusa di omicidio stradale una donna del posto di 47 anni. Ovvero, l’automobilista che, alla guida della sua Volkswagen Touran, ha travolto la bicicletta su cui procedeva la vittima.

SEGUI INFOPINIONE SU TELEGRAM

La decisione sarà presa in base alle risultanze delle indagini svolte dai carabinieri della compagnia di Paola e alla perizia stilata per conto della Procura di Paola dal perito Salvatore Cetraro.

Secondo i legali dei familiari di Salvatore Di Buono, lo studio 3A, da questi elementi emergerebbe che l’incidente sia stato causato dalla conducente, autrice di un sorpasso imprudente oltretutto a elevata velocità.

Gli avvocati citano l’atto del magistrato: “In prossimità di un dosso presegnalato, superando la bicicletta di Di Buono che procedeva lungo la stessa direzione, urtava con l’estremità anteriore destra del veicolo il velocipede sull’estremità sinistra del manubrio“.

E ancora: “A seguito della collisione, Di Buono impattava con la spalla sinistra e con la zona temporo-parietale sinistra sul montante anteriore destro e sul contiguo parabrezza dell’autovettura”, riportando ferite gravi tra cui un “trauma al capo con emorragia subaracnoidea e frattura della base cranica” che ne hanno causato il decesso, come confermato dall’autopsia affidata dal Pm al medico legale Saverio Gualtieri.

bigmat fratelli crusco grisolia

About Andrea Polizzo

Giornalista professionista dal 2010 e blogger. Sin dal 2005 matura esperienze con testate regionali di carta stampata, on-line e televisive. Attualmente collabora con il mensile d'inchiesta ambientale Terre di Frontiera e con il network VicenzaPiù. Ideatore di blogtortora.it, caporedattore e coordinatore di www.infopinione.it.

Check Also

Sei pronto per la fine del mondo vitale valente

Sei pronto per la fine del mondo? A Grisolia presentato il libro di Valente e Vitale

Buona la “prima” del romanzo “Sei pronto per la fine del mondo”? scritto a quattro …